'Puliamo il mondo' a Cascina: volontari in azione in centro

I volontari dell'associazione sono intervenuti in quattro piazze del centro, insieme all'assessore all'ambiente Parrini ed altri consiglieri comunali

'Stiamo lavorando per noi' è il motto che ha accompagnato sulle pettorine gialle di Legambiente i cittadini volontari che stamattina, domenica 16 ottobre, sono stati impegnati nell'edizione 2016 di 'Puliamo il mondo' a Cascina. I gruppi sono stati formati in Piazza Tonelli, da dove è iniziata la pulizia di quattro spazi a verde del centro. Oltre a Piazza Tonelli anche Piazza Meini, Piazza Gramsci e Piazza del Caduti. Ripuliti anche il parcheggio della ex mostra del mobile e la cosiddetta 'stradina'.

"Iniziative come queste servono a promuovere maggiore senso civico verso l'ambiente - dice Michele Parrini, assessore all'ambiente di Cascina, presente all'iniziativa insieme ad alcuni consiglieri comunali - perché sono ancora troppi gli abbandoni di rifiuti in ogni punto del territorio comunale. Una città ordinata e pulita, invece, ci rende orgogliosi di essere cascinesi".

"Puliamo il mondo è anche un modo per riappropriarsi degli spazi urbani - dice Carlo Galletti, di Legambiente Valdera - per educare alla cura degli spazi che sono di tutti". In piazza dei Caduti i volontari di Legambiente hanno organizzato giochi e attività per bambini e a tutti i partecipanti è stato offerto un rifresco grazie alla pasticceria Lemmi, alla gastronomia Il portico, alla panetteria Voglia di pane e affini, al bar La Torre, al bar La mostra, al bar I Portici, al caffè Il corso, al laboratorio artigiano metalli LAME, e Gustolandia ristorazione e al panificio Il forno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Numerosi i sacchi di rifiuti riempiti con plastiche, tetrapak, cartacce e piccoli rifiuti trovati a terra nei giardini. Tra i rifiuti rimossi anche zaini pieni di vestiti e una vecchia bicicletta abbandonata a due passi dal centro storico. Alla fine è servito un rimorchio per portar via tutti i sacchi di spazzatura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

  • Coronavirus in Toscana: 10 nuovi casi e 5 decessi

  • Il Giugno Pisano si farà: "Eventi simbolici per dare continuità alla tradizione"

Torna su
PisaToday è in caricamento