Estate 2020, Pisa riapre ai turisti: punti informazione e campagna comunicativa

Dal 30 maggio riapre Piazza dei Miracoli, ci sarà un flash mob sotto la Torre. Il sindaco Conti: "Vogliamo restituire la città al mondo"

Pisa vuole riaprire al turismo. Il prossimo 30 maggio l'Opera Primaziale ha annunciato la riapertura al pubblico di Piazza dei Miracoli e dei suoi monumenti, e nella stessa giornata il Comune di Pisa raddoppierà la presenza in città degli uffici informazioni turistiche, che diventeranno due: uno nella stessa piazza del Duomo e uno in piazza XX settembre, nell’atrio di palazzo Gambacorti, sede del Comune. L’ufficio turistico al Duomo era stato chiuso ai primi di marzo a causa del lockdown. 

In occasione della riapertura è stato annunciato un flash mob aperto a tutti i cittadini, e in particolare agli operatori del turismo e della sanità, per una foto evento all’ombra della Torre. Gli ingressi ai monumenti e musei sono consentiti dalle ore 10 alle ore 17.

"Dal 30 maggio vogliamo restituire Pisa al mondo - ha detto il sindaco di Pisa, Michele Conti - la città con le sue meraviglie, con la piazza patrimonio mondiale Unesco, con il suo litorale attrattivo che anche quest’anno si potrà fregiare delle 4 Bandiere Blu, potrà di nuovo tornare ad essere visitata. Sarà un’estate inedita - riconosce il primo cittadino - senza eventi sul litorale, ma vogliamo comunque promuovere la città e tutto il suo territorio come l’occasione da cogliere per scoprirla o per tornare ad approfondirne la conoscenza".

L’assessore al turismo Paolo Pesciatini ha annunciato in conferenza stampa un programma della prossima campagna di promozione turistica: "In vista di una stagione che subirà notevoli cambiamenti a causa del Covid-19, abbiamo ritenuto di fondamentale importanza definire una campagna di comunicazione che abbia come tema Pisa e il suo territorio per proporre un viaggio al suo interno che ne faccia scoprire tutti i suoi luoghi straordinari. Una campagna che dovrà essere a disposizione e fatta propria anche da tutte le attività economiche e commerciali del settore turistico per poterne aumentare esponenzialmente le possibilità di contatto con i turisti, sia della città che del litorale".

Il primo obiettivo è attrarre il turismo di prossimità, "in particolare italiani che rimarranno in Italia ma anche toscani che sceglieranno per la loro vacanza i luoghi della Toscana. Per questo abbiamo ritenuto opportuno organizzare il sistema dell’accoglienza turistica in modo da non farci trovare impreparati. Dobbiamo infatti anche tenere in considerazione che questa estate non potranno esserci eventi di grande portata, di grandi presenze, come quelli organizzati durante tutta l’estate lo scorso anno sul litorale che hanno visto un grande flusso di persone. Per cui dobbiamo puntare a dimostrare che la città stessa e il litorale sono un evento da vivere, conoscere e visitare".

Da giugno parte la campagna di comunicazione per l’estate 2020, che "prevede attività promozionali sui giornali, campagna affissioni nelle principali città, realizzazione video emozionali, attività su web e social. E' in corso il Contest fotografico per la selezione delle 10 foto che sapranno raccontare la città come Città ideale, da vivere e visitare in sicurezza. Nei primi giorni hanno già aderito tanti appassionati, anche dall’estero. Il contest scade il prossimo 30 maggio" ha detto Pesciatini.

Da sabato 30 maggio sarà riaperto l’Ufficio Informazioni turistiche in piazza dei Miracoli, in concomitanza con la riapertura della Torre e dei musei. L’ufficio sarà gestito dal nuovo aggiudicatario (orari 10 - 18). Sempre dal 30 maggio, aperto anche un Punto Informazioni turistiche in palazzo Gambacorti, nei  locali della ex anagrafe, gestito da personale del Comune. Dal 15 giugno, infine, apertura dell’ufficio turistico anche sul litorale, a Tirrenia in piazza Belvedere (orari 09.30-12.30 e 16.30-19.30, fino al 15 settembre).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

Torna su
PisaToday è in caricamento