rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Volterra

Volterra, il sindaco Buselli torna all'attacco: "Potrebbe riaprire un giorno il punto nascita"

Il primo cittadino commenta il decreto firmato dal ministro Lorenzin "con il quale apre la possibilità di sperimentazione in aree montane di punti nascita inferiori a 500 parti annui"

"A Volterra si potrebbe un giorno tornare a nascere e per la città ed il territorio questo costituirebbe una riconquista eccezionale, non solo per i servizi al cittadino, ma anche da un punto di vista morale e di giustizia". A dichiararlo è il sindaco Marco Buselli che commenta il decreto firmato qualche giorno dal ministro Beatrice Lorenzin "con il quale apre la possibilità di sperimentazione in aree montane (e tutto il nostro territorio è completamente montano) di punti nascita inferiori a 500 parti annui, a condizione che vengano mantenuti gli standard di qualità e sicurezza previsti dalla normativa".


Come ha avuto modo di verificare l'intergruppo parlamentare per la montagna, lo standard infatti non è “legato al numero dei parti per singolo plesso ospedalieri", ma è collegato alla casistica minima seguita dalle equipe mediche e infermieristiche. "Un sistema a rete come quello che avevamo quindi garantiva correttamente, come poi dovette ammettere il direttore generale, la rotazione delle équipe e di conseguenza gli standard di sicurezza - sottolinea il sindaco Buselli - un errore, quello di voler chiudere, che è costato caro al nostro territorio, ma anche una dimostrazione, se mai ce ne fosse bisogno, che non ci si deve mai arrendere. Adesso la priorità è il mantenimento ed il rilancio dell'ospedale, ma riapriremo, prima o poi, anche la questione del percorso nascita a Volterra, un posto dove da tremila anni e più, fino a poco tempo fa, si nasceva, si viveva e si moriva, senza bisogno di andare altrove per l'evento più bello, la nascita".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volterra, il sindaco Buselli torna all'attacco: "Potrebbe riaprire un giorno il punto nascita"

PisaToday è in caricamento