Minimarket chiusi alla 18: "Obiettivo evitare assembramenti e risse"

Il sindaco Conti ha spiegato la decisione, adottata in una recente ordinanza, rispondendo ad un question time del Pd

L'ordinanza del sindaco Michele Conti, con la quale si dispone la chiusura alle 18 dei minimarket nel centro storico cittadino è stata discussa nel corso del Consiglio Comunale di Oggi, 27 ottobre, grazie ad un question time presentato dalla consigliera del Partito Democratico Maria Antonietta Scognamiglio. Nell'atto si chiede sostanzialmente al sindaco per quale motivo l'ordinanza prevede la chiusura solo dei minimarket e non di "altre attività simili come ad esempio forni e supermercati"?

A rispondere è stato lo stesso Conti. "Pur essendo per certi versi simili rispetto a un esercizio di vicinato tradizionale - ha spiegato il primo cittadino - al di fuori dei minimarket abbiamo visto a più riprese fenomeni di assembramento e anche di risse. Situazioni che si sono verificate anche durante il lockdown. Per questa abbiamo emesso questa ordinanza. Un'ordinanza che riguarda tra l’altro solo i fine settimana e solo i minimarket del centro storico, dove si sono rilevate maggiormente questo tipo di criticità".

L'ordinanza, in vigore fino al 15 novembre, prevede nello specifico la chiusura dei minimarket del centro dalle 18 nei giorni di venerdì, sabato e domenica, prevedendo sanzioni per i trasgressori dai 400 ai 3mila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

  • In isolamento Covid da oltre un mese: limbo regolamentare per il 'positivo a lungo termine'

Torna su
PisaToday è in caricamento