Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Raccolta differenziata, bilancio 2013: Castelfranco di Sotto il più virtuoso

Sono stati presentati i dati relativi alla raccolta dei rifiuti per l'anno 2013. Sono otto i Comuni gestiti da Geofor che hanno superato l'obiettivo di legge del 65% di raccolta differenziata. Ora si punta anche alla qualità

Tempo di bilanci alla Geofor spa, che questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, ha fatto il punto sulla raccolta rifiuti dell'anno passato. Il 2013 si è chiuso attestando al 51,16% la raccolta differenziata media dell’intero bacino dei 25 Comuni serviti dall'azienda. Il calcolo dei dati è fatto al netto degli 'inerti' e della percentuale aggiuntiva che conferirà l’A.R.R.R. (Agenzia Regionale Recupero Risorse) per inerti e biocomposter, che porterà la media di bacino oltre il 52%.
Tra i Comuni più virtuosi, Castelfranco di Sotto ha vinto la classifica di quelli con la più alta percentuale di raccolta differenziata, per l’anno 2013, raggiungendo il 79,80%. Ben 16 punti percentuali in più rispetto al valore che aveva ottenuto nel 2012.

Sono comunque 8 i Comuni serviti da Geofor che hanno superato l’obiettivo di legge del 65%. In ordine decrescente in base a quanto ottenuto su base annua, ecco quali sono le amministrazioni comunali con i migliori risultati di differenziazione per l’anno appena conclusosi:

- Castelfranco di Sotto (79,80)
- San Giuliano Terme (71,17)
- Ponsacco (78,21)
- Calcinaia (76,78)
- Santa Croce sull’Arno (76,51)
- Vicopisano (73,35)
- Vecchiano (70,37)
- Calci (69,50)

"Siamo soddisfatti di quanto ottenuto in questo anno 2013 - ha commentato il presidente di Geofor Paolo Marconcini - non bisogna dimenticare che altri Comuni, come ad esempio Cascina, sono passati al porta a porta integrale nel corso dell’anno. Annualmente (considerando cioè anche periodi in cui avevano ancora i cassonetti), a Cascina si è ottenuto un 50,25% di differenziazione, ma se si osserva il solo parziale del mese di dicembre, mese in cui i cassonetti sono stati tolti completamente, ecco che la percentuale si è attestata al 67,48%. E’ probabile quindi che un apporto così considerevole aiuterà a migliorare ulteriormente le percentuali ottenute. Continueremo quindi a lavorare con impegno, affinché la differenziazione cresca quantitativamente, ma anche qualitativamente. Anche dal punto di vista della produzione media del rifiuto procapite del bacino servito - prosegue Marconcini - siamo passati da 582,62 Kg del 2012 a 566,41 Kg del 2013, con una diminuzione di circa 16 Kg a testa. E’ interessante notare che la diminuzione della produzione dei rifiuti procapite è più forte ed evidente laddove è praticato il porta a porta su tutto il territorio comunale: sotto la media nazionale e sotto quella regionale".


"Il nostro bacino conta 361.887 abitanti e 195.390 di questi sono serviti dal porta a porta - ha sottolineato l’amministratore delegato di Geofor Fabrizio Catarsi - possiamo perciò dire che oltre la metà della popolazione servita, ha adottato il sistema di raccolta domiciliare, raggiungendo il 53,99% di cittadini. Tra questi Comuni, i più serviti dal porta a porta, sono Cascina (43.961 abitanti) e San Giuliano Terme (31.066 abitanti), che hanno esteso integralmente a tutto il territorio questa modalità di raccolta. Ringraziamo perciò tutti coloro che si sono impegnati nel conseguire certi risultati, amministrazioni, lavoratori e cittadini, perché senza l’impegno di tutti non sarebbe stato possibile procedere positivamente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta differenziata, bilancio 2013: Castelfranco di Sotto il più virtuoso

PisaToday è in caricamento