Cronaca Tirrenia

Litorale, iniziata la raccolta rifiuti sulle spiagge libere: più cestini per la differenziata

Soddisfatto l'assessore Pesciatini per le 4 Bandiere Blu sul litorale: "Orgogliosi per la nostra offerta turistica di qualità"

C'è soddisfazione da parte dell'amministrazione comunale per l'assegnazione, anche per la stagione 2019, di quattro Bandiere Blu sul litorale pisano. Il riconoscimento della Fee - Foundation for Environmental Education sventolerà anche l'estate ormai prossima a Calambrone, Tirrenia, Marina e sul Porto di Pisa. A ritirare le Bandiere Blu questa mattina l'assessore al Turismo Paolo Pesciatini.

"Siamo molto soddisfatti per questo importante riconoscimento che dimostra la qualità del nostro sistema di accoglienza sul litorale - dichiara Pesciatini - bisogna essere tutti orgogliosi, cittadini e operatori turistici e commerciali, e promuovere adeguatamente le quattro Bandiere Blu, a conferma che il territorio di Pisa, non solo la città, riesce a garantire un’offerta turistica di qualità a livello nazionale e internazionale".

Prosegue, intanto, l’impegno del Comune per la pulizia delle spiagge libere, con particolare attenzione alla raccolta differenziata. Dalle vacanze pasquali appena trascorse con il lungo ponte del 25 aprile e 1 maggio, il Comune ha iniziato la pulizia delle spiagge libere che terminerà a metà ottobre, mentre negli anni scorsi prendeva il via solo a fine maggio per terminare a metà settembre. È questa infatti una delle principali novità del servizio di pulizia e raccolta dei rifiuti affidato per questa stagione alla Avr, la società che si occupa dell'igiene urbana nel territorio comunale.

Inoltre, dalla stagione balneare ormai imminente è previsto il potenziamento della raccolta differenziata nei circa 91mila metri quadri di arenile sul litorale, con una campagna di comunicazione specifica per i fruitori delle spiagge libere e la collocazione di un maggior numero di cestini e bidoncini per i rifiuti.

"Come già avviene in città - dice l’assessore all’Ambiente, Filippo Bedini - l'amministrazione comunale ha deciso di investire sulla pulizia e il decoro anche sulle spiagge libere, spingendo a comportamenti virtuosi cittadini e turisti verso la raccolta differenziata. Abbiamo stanziato più risorse e ampliato il periodo in cui viene effettuato il servizio per rendere il nostro litorale più accogliente, in linea con quanto previsto dal disciplinare per il riconoscimento della Bandiera Blu di cui anche quest'anno possiamo fregiarci. Puntiamo a rendere duraturi i risultati ottenuti e proprio per questo abbiamo razionalizzato il servizio trasferendo all’Ufficio Ambiente anche la pulizia delle spiagge che fino al 31 dicembre scorso era di competenza di un altro ufficio. In questo modo, con una gestione unica, confidiamo di poter ottenere risultati sempre migliori".

Per la raccolta differenziata sulle spiagge libere del litorale sono stati individuati 11 ecopunti di raccolta (rsu, carta, vetro e multimateriale) sulle spiagge libere di Marina di Pisa e 21 ecopunti sulle spiagge libere di Calambrone, mentre ulteriori 17 punti tra Marina e Tirrenia saranno destinati alla raccolta di rsu. Ogni ecopunto dedicato alla raccolta differenziata avrà una cartellonistica dedicata e tutti i cassonetti saranno nuovi e con adesivi informativi in tre lingue.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litorale, iniziata la raccolta rifiuti sulle spiagge libere: più cestini per la differenziata

PisaToday è in caricamento