menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un crowdfunding per Nicosia: parte la raccolta fondi per far rivivere le aree verdi intorno al Convento

Sarà possibile effettuare donazioni fino al prossimo 1° luglio. Centinaia i visitatori che ad inizio aprile hanno visitato la zona

'Coloriamo insieme il futuro di Nicosia'. Questo lo slogan sul grande telo che ha vestito la facciata di Nicosia l’1 e 2 aprile scorsi. Così l’associazione Nicosia nostra, con il sostegno del Comune di Calci, ha dato inizio al nuovo progetto 'Da un abbraccio a… Un crowdfunding per Nicosia', una raccolta fondi per il recupero delle aree verdi intorno al Convento di Sant’Agostino a Nicosia e il completamento dell’illuminazione della strada di accesso.

L’occasione è stata la festa 'Le camelie del chiostro', giunta alla sua undicesima edizione, che si è svolta sabato 1 e domenica 2 aprile e che ancora una volta ha visto salire a Nicosia centinaia di visitatori, che hanno sfidato le previsioni meteo non proprio favorevoli. Il momento di inizio è stato accompagnato dalla musica della Premiata Filarmonica Giuseppe Verdi di Calci e dal flashmob animato dalla scuola di ballo Bodylab di Pisa.

A presentare il progetto sono stati Massimiliano Ghimenti, sindaco del Comune di Calci, e Sandro Bernardini, presidente dell’associazione Nicosia nostra.
Grazie all’accordo firmato tra il Comune di Calci e il Demanio per la concessione temporanea degli spazi verdi e del lazzeretto, è possibile iniziare a recuperare alcune zone che circondano il complesso. Partendo da piccoli e importanti passi per far rivivere Nicosia e riportarla a essere nuovamente luogo di incontro, di socializzazione e di cura da parte di tutta la comunità.

La concessione, della durata di due anni e mezzo, non consente di pensare a interventi che prevedono una progettualità e una realizzazione più a lungo termine, come per esempio il recupero del lazzeretto. E' stato scelto quindi di partire dal recupero, la messa in sicurezza e la conseguente fruibilità di una porzione di bosco intorno al convento, importante per il suo valore ambientale e paesaggistico, perché rappresenta uno dei rarissimi esempi rimasti di foresta relitta mediterranea, e la messa in opera dell’illuminazione pubblica della via di accesso al convento, attualmente illuminata solo in parte.

In una seconda fase il progetto potrebbe essere completato con la riqualificazione dell'area pubblica di fronte all'accesso al convento, con il ripristino delle zone lastricate e dell'acciottolato, il rifacimento della parte carrabile con calcestruzzo architettonico, il ripristino e la creazione di idonee pendenze per la regimazione dell'acqua piovana e il restauro di un’edicola votiva.

La piattaforma scelta per il crowdfunding è 'Produzioni dal basso' (progetto 'Da un abbraccio a… un crowdfunding per Nicosia'), attraverso la quale è possibile ritirare le somme raccolte anche senza il raggiungimento dell’importo previsto e che permette di dare una ricompensa a chi partecipa alla raccolta. Si parte da donazioni di un minimo di 5 euro fino a un massimo di 250 euro.

Queste le ricompense che sono state pensate: 5 euro, ringraziamento sulla pagina Facebook e sul Blog dell'associazione; 15 euro, opuscolo e borsa in tela di cotone; 30 euro, visita guidata a Nicosia; 60 euro, stampa fotografica in bianco e nero 50x50 cm su supporto rigido; 150 euro, cena suggestiva al convento; 250 euro, visita guidata, cena suggestiva al convento e pubblicazione 'Nicosia. Storie, leggende, misteri'.

Ci sarà tempo fino al 1° luglio per partecipare alla campagna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Indice di massa corporea, cos'è e come si calcola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento