Cronaca

Certosa di Calci: raccolta fondi per recuperare gli affreschi settecenteschi della Spezieria

Gli Amici della Certosa lanciano la nuova iniziativa, dopo quella per il Chiostro del Capitolo. Servono 38mila euro

Foto dalla piattaforma Facebook

L'associazione Amici della Certosa, dopo il successo del recupero del Chiostro del Capitolo, lancia un nuovo ambizioso progetto: il restauro degli affreschi settecenteschi della Spezieria della Certosa di Calci, attualmente coperti da strati di intonaci.

La macchina organizzativa è già in modo. "Con il contributo di Feder Farma Pisa e dell'Associazione Grazia Deledda - scrive in una nota l'associazione - è stato già possibile valorizzare la Farmacia della Certosa per l'aspetto dell'illuminazione. Altro sostegno arriverà dal Lions Pisa Certosa. L'Antica Farmacia della Certosa di Calci, tanto cara ai cittadini della piana, è attualmente l'unico ambiente del monumento visitabile anche dai portatori di handicap".

L'obiettivo è fissato: "Raggiungere i 38mila euro necessari per riportare alla luce gli affreschi e restaurarli, grazie alle mani sapienti della restauratrice Delia Palmieri e la direzione della direttrice del Museo Monumentale della Certosa Dott. Antonia D'Aniello. Testimonial dell'iniziativa l'attore e farmacista Renato Raimo. Anche le piccole donazioni sono importanti!".

Sono attivi vari strumenti per contribuire. Dall'apposita piattaforma su Facebook, alla piattaforma ministeriale 'Art Bonus' che consente una detrazione fiscale del 65% della cifra versata. Fino al classico bonifico bancario: Iban IT23H0503470900000000001247, Banco Bpm Spa, via Vincente della Chiostra 3, Calci.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Certosa di Calci: raccolta fondi per recuperare gli affreschi settecenteschi della Spezieria

PisaToday è in caricamento