Coronavirus: raccolta fondi alla Stella Maris per acquisire le attrezzature per il test rapido

La Fondazione ha attivato la raccolta fondi per poter attuare al meglio i protocolli anti-Covid

La Fondazione Stella Maris rilancia la raccolta fondi solidale per dotare i laboratori delle attrezzature per la diagnosi del COVID-19 con tecnologia molecolare rapida e per supportare le altre necessarie misure anticontagio. Questo consentirà a tutti i pazienti dell’Istituto (l'IRCCS di Calambrone e le RSD di San Miniato e Montalto) l’accesso ai tamponi, obbligatori per il ricovero. Tempi brucianti per una missione possibile, raccogliere le risorse necessarie per sostenere il progetto.

Donare è facile, basta accedere alla piattaforma dedicata, allestita con le immagini degli operatori che hanno garantito i servizi durante il lockdown. Un periodo fuori dall’ordinario richiede un aiuto straordinario. E’ l’appello che la Fondazione Stella Maris lancia alle famiglie e al territorio, chiedendo il sostegno al progetto solidale.

"Per la Fondazione Stella Maris, punto di riferimento nazionale per la diagnosi, la cura, la riabilitazione nella neuropsichiatria infantile, il ritorno alla normalità ha rappresentato il forte e prioritario impegno di garantire la continuità di tutte le attività ospedaliere e la massima sicurezza dei pazienti, dei genitori e dei nostri operatori - sottolineano dalla Fondazione - l’istituto acquista costantemente mascherine, guanti, prodotti di sanificazione, gel disinfettante e altri rilevanti ausilii. Oltre a garantire le misure anticontagio, la Fondazione Stella Maris deve potenziare i laboratori per offrire a tutti i bambini la possibilità di accesso al tampone obbligatorio per il ricovero. Un paziente su due alla Stella Maris proviene da fuori Toscana, sia dalle regioni del Sud, ma anche dalle zone limitrofe e dal Nord. La possibilità di fare i tamponi internamente ai pazienti, potrà preservare la Fondazione Stella Maris da un secondo lockdown".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’obiettivo è di acquisire, tra l’altro, le attrezzature per la diagnosi del Covid-19 con tecnologia molecolare rapida - proseguono dalla Stella Maris - si tratta di una strumentazione molto avanzata e sicura che annovera tra i vantaggi la possibilità di effettuare screening rapidi sulla popolazione, con diagnosi immediata per un più rapido triage e una gestione immediata della quarantena, che consentirà alla Fondazione Stella Maris di offrire la massima protezione dei bambini, dei ragazzi e delle famiglie contro l’epidemia da Coronavirus".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento