Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Pontedera, rivoluzione rifiuti: via i cassonetti, è tutto porta a porta

A partire dal mese di maggio i cassonetti lasceranno posto al sistema di raccolta porta a porta che dovrebbe aumentare sensibilmente la percentuale di differenziata. "Puntiamo almeno al 70%" afferma Franconi. Igenio resta, ma non tutti lo usano

Pontedera passa interamente al porta a porta, così da avere anche la percezione del reale funzionamento di Igenio, il sistema di raccolta mobile attivo in parte del centro città, visto che, come ha affermato l'assessore all'Ambiente del Comune di Pontedera Matteo Franconi durante la conferenza stampa sull'estensione del porta a porta, "risulta che 350 utenze nel 2014 hanno utilizzato Igenio una volta all'anno oppure una volta alla settimana". Un dato che fa riflettere sul fenomeno della migrazione rifiuti: chi dovrebbe usare Igenio in realtà preferisce gettare l'immondizia nei cassonetti che si trovano alla periferia della città. Da maggio però i 'furbetti' della spazzatura dovranno arrendersi, perchè il porta a porta si estenderà a tutto il Comune (resterà invece Igenio dove è tuttora presente) e i cassonetti spariranno.

Dal 2 marzo infatti partirà il servizio porta a porta nelle zone di Fuori del Ponte, Stadio, La Bianca, Pietroconti, La Rotta, Montecastello, Botteghino, poi da aprile anche alla Bellaria, Galimberti e Treggiaia. "Il nostro obiettivo per il 2015 è di raggiungere almeno il 70% di raccolta differenziata (la percentuale attuale, periodo gennaio-novembre 2014, è di circa il 55%, ndr) - afferma l'assessore Franconi - fondamentale è il ruolo dei cittadini ai quali ci appelliamo affinchè collaborino alla buona riuscita del servizio".

Geofor proprio in questi giorni sta distribuendo il kit che comprende bidoncini, sacchini e materiale informativo tra cui è presente anche il cosiddetto 'rifiutario', una pratica guida in cui viene indicato dove conferire i propri rifiuti.
La novità del porta a porta che inizierà a marzo è la cosiddetta raccolta condominiale, obbligatoria per i condomini con un numero maggiore di otto utenze, ma possibile anche, su richiesta, per quelli con un numero di utenze inferiori. "Quello che può sembrare qualcosa di complicato, in realtà, dopo una prima fase organizzativa per il condominio, con l'individuazione dello spazio in cui stoccare i bidoncini e del responsabile della raccolta, sarà una agevolazione per le famiglie che potranno gettare i loro rifiuti nei contenitori condominiali senza tenerli in casa" assicura Franconi.

"Stiamo organizzando molti incontri con i cittadini poichè, affinchè la raccolta funzioni bene, è necessaria la collaborazione dei residenti - afferma David De Filippi di Geofor - comunque gli utenti del servizio avranno il tempo di abituarsi visto che i cassonetti non spariranno da un momento all'altro, ma resteranno per un periodo di 15-20 giorni in cui sarà presente dunque la convivenza tra i due tipi di raccolta". "Inoltre - aggiunge ancora Franconi - abbiamo organizzato anche una serie di punti informativi dislocati sul territorio. Ai gazebo sarà presente personale Geofor, dell'Ufficio Ambiente e dell'Arci, che ci sta dando una mano per la fase organizzativa". Infine non mancheranno i controlli per identificare chi abbandona la spazzatura o chi non utilizza il corretto sistema di raccolta: "Continueremo i controlli con i vigili ambientali e chiederemo anche al personale che si occupa dello spazzamento delle strade di darci una mano ad individuare i responsabili della migrazione della spazzatura. Tuttavia, torno a ripetere, sono soprattutto i cittadini che devono aiutarci e seguire la modalità corretta".

Assemblee per le Utenze domestiche alle ore 21
- Martedì 10 febbraio Villaggio Scolastico, Palestra Liceo Scientifico, Via Firenze
- Giovedì 12 febbraio La Rotta, Sala Parrocchiale, Via E. Capecchi
- Lunedì 16 febbraio Sede Consulta Fuori del Ponte, c/o Teatro Era
- Mercoledì 18 febbraio Montecastello, sede della Consulta, Via IV Novembre
- Venerdì 20 febbraio Pietro Conti, Circolo ARCI, Via T. Romagnola

Incontro con gli amministratori e i responsabili dei condomini (da 8 alloggi e oltre)
- Lunedì 2 febbraio Sala Consiglio Comunale Pontedera, ore 18

Assemblea per Utenze non domestiche (attività commerciali, industriali, artigianali, circoli associativi e impianti sportivi)
- Lunedì 9 febbraio Sede Consulta Fuori del Ponte, c/o Teatro Era, ore 21

Punti informativi sul territorio con gazebo
- Domenica 1 febbraio ore 10-13 rotatoria di Viale Italia (zona chiesa S.Giuseppe)
                                     ore 15-18 Viale Italia davanti piazza Cordificio Billeri
- Martedì 3 febbraio ore 11-13 Piazzetta del Gelso (davanti alla Piazza del Mercato)
                                 ore 16-18 La Rotta, Piazza Garibaldi
- Mercoledì 4 febbraio ore 9-11 Via Colombo, Centro Prelievi
                                    ore 16-18 Montecastello, Piazza Malaspina
- Giovedì 5 febbraio ore 11-13 Piazza Trieste
                                 ore 16-18 Villaggio Scolastico, Via Torino
- Venerdì 6 febbraio ore 11-13 Fuori del Ponte, davanti alla Scuola Maltagliata
                                 ore 16-18 Il Botteghino, Piazza davanti al Circolo Arci
- Domenica 8 febbraio ore 10-13 rotatoria di Viale Italia (zona chiesa S.Giuseppe)
                                     ore 15-18 Viale Italia davanti Piazza Cordificio Billeri
- Lunedì 9 febbraio ore 16-18 Pietroconti, Piazza della Fornace

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontedera, rivoluzione rifiuti: via i cassonetti, è tutto porta a porta

PisaToday è in caricamento