Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza dei Cavalieri

Movida in Piazza Cavalieri, il Comitato Santa Maria: "Siamo stanchi!"

Il Comitato dei residenti del quartiere Santa Maria, dopo il sabato sera di festa di fronte alla Normale, denuncia ancora un volta lo stato di illegalità della piazza, ricordando i reati che vi vengono commessi

Una situazione divenuta ormai insostenibile. Per questo il Comitato dei residenti del quartiere Santa Maria prende la parola dopo la notte di 'sballo' che si è svolta sabato sera nel suggestivo scenario di Piazza dei Cavalieri, invasa da un migliaio di giovani che si sono dati appuntamento tramite Facebook. Oltre alla confusione, il quartiere si è svegliato con una distesa di vetri e bottiglie rotte sulla nuovissima pavimentazione della piazza.

"L’episodio di sabato sera in Piazza dei Cavalieri, con deturpamento  di beni culturali e disturbo della quiete e del riposo degli abitanti della zona, si inserisce in quel fenomeno di abusi più volte segnalato dal Comitato dei Residenti del Quartiere di S.Maria, che finora non ha avuto risposte - afferma il gruppo di cittadini - in occasione dell’inaugurazione della nuova pavimentazione della piazza, lo scorso 15 dicembre, il Comitato ha denunciato lo stato di illegalità della piazza, con lo scopo di richiamare l’attenzione delle autorità sui gravi problemi di ordine pubblico e di sicurezza, che da tempo affliggono questo luogo di grande valore storico ed artistico, di recente riportato al suo antico splendore".
In un volantino, intitolato proprio “Piazza fuorilegge!”, venne stato riportato l’elenco dei reati sanzionati dal codice penale commessi, a detta degli stessi residenti, quasi ogni notte.

"Gli abitanti del quartiere  di S.Maria - affermano dal Comitato - sono stanchi di questa situazione e chiedono anzitutto un sollecito intervento da parte delle autorità competenti. Ci risulta che il controllo della Piazza dei Cavalieri, in base agli accordi intervenuti per contrastare la movida pisana, è stato affidato alla Polizia Municipale. Evidentemente la scorsa notte tale controllo non è stato effettuato o non è stato efficace".


Il Comitato continua a chiedere anche che Piazza dei Cavalieri venga 'rioccupata' da tutti i soggetti pubblici e privati interessati a svolgere iniziative compatibili con la sua destinazione a bene culturale (concerti, spettacoli, esposizioni, mercati, cinema, caffè letterari, etc.).  "Su modello del Protocollo d'intesa sottoscritto in Prefettura nell'autunno scorso - chiude il Comitato - è necessario coinvolgere i rappresentanti dei residenti, la Scuola Normale, la Curia arcivescovile, l’Università di Pisa, l’Associazione Ordine dei Cavalieri di S.Stefano, la Soprintendenza, il Comune di Pisa, gli studenti universitari e gli altri fruitori della piazza, per realizzare un patto di civile convivenza e un decentramento delle attività di intrattenimento in altre zone della città".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida in Piazza Cavalieri, il Comitato Santa Maria: "Siamo stanchi!"

PisaToday è in caricamento