Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca San Giusto / Aeroporto Galileo Galilei

Galilei, 20enne salta dall'aereo in decollo: i momenti di panico

Il 20enne che è saltato dall'aereo in decollo, è ora ricoverato per una frattura al piede: il ragazzo era soffriva di depressione e stava tornando a Trapani accompagnato dal fratello

La notizia sta già facendo il giro del mondo, lasciando tutti letteralmente scioccati. Alla base del gesto che ha portato il il 20enne trapanese a saltare dall'aereo in decollo, ci sarebbe una forte depressione e forse un incontrollabile attacco di panico. Il racconto è degno di una scena da film: i motori dell'aereo Ryanair Pisa-Trapani erano già  accesi e si preparava al decollo, quando il ragazzo ha aperto il portellone di sicurezza balzando prima sull'ala e poi a terra, sulla pista, dove è stato bloccato dalla polizia e dal personale dell'aeroporto.

Il giovane è ora ricoverato all'ospedale per una frattura ad a un piede dopo il salto di oltre 3 metri ma anche affidato alle cure dei sanitari del reparto di psichiatria. Il ragazzo era seduto affianco al fratello, giunto da poche ore nella città solo per riaccompagnarlo a casa dopo un periodo trascorso ospite di amici pisani, i quali avevano già notato nei giorni scorsi qualche difficoltà del ragazzo.

Le stesse difficoltà, insofferenza e agitazione che sono state percepite da uno dei 154 passeggeri del volo, un medico, il quale ha segnalato la situazione al personale di bordo. Così una hostess si è avvicinata per chiedere ai due giovani, seduti proprio a fianco di un portellone di emergenza, di cambiare posto.

Sarebbe stato a questo punto che il ragazzo ha rimosso il guscio di sicurezza in plastica che protegge la maniglia del portellone, quasi come se avesse seguito le istruzioni affisse su come comportarsi in casi di pericolo, e lo ha aperto uscendo dall'aeromobile, con i piedi sull'ala destra da dove è saltato giù sulla pista tra lo stupore dei passeggeri.

Il giovane ha tentato di fuggire, ma dalla cabina di comando era già stato dato l'allarme via radio ed è stato bloccato quasi subito dagli uomini della polaria e della Sat, la società che gestisce lo scalo. Tutte le procedure del decollo sono state ovviamente interrotte: il comandante, appena ha capito cosa stava accadendo, ha staccato i motori. L'aereo era ancora fermo e questo ha evitato conseguenze peggiori per il ragazzo.

Ora saranno i medici a cercare di capire se all'origine del gesto ci sia stata la sua situazione psichica e se a questa si sia aggiunto anche un irrefrenabile attacco di panico. Il trambusto è durato meno di una decina di minuti, ma il volo FR8896 per Trapani ha subito un ritardo di circa 90 minuti, necessari per i controlli tecnici, prima di tutto proprio al portellone. Alla fine il volo è proseguito regolarmente con tre passeggeri in meno: il giovane "fuggiasco", il fratello ed un altro dei viaggiatori che non se l'è sentita di volare ed è sceso. Lui però, questa volta, dalla scaletta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Galilei, 20enne salta dall'aereo in decollo: i momenti di panico

PisaToday è in caricamento