Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Pratale / Via Angelo Battelli

Rapina Ferretti: chiesta l'archiviazione per l'accusa di omicidio

Si delinea la vicenda processuale sul caso della rapina in via Battelli, finita con la morte di Simone Bernardi

La legittima difesa, con il procedere delle indagini sempre più probabile, ora ha basi più solide. Tanto che la Procura di Pisa ha chiesto l'archiviazione dell'accusa di omicidio volontario a carico di Daniele Ferretti, il gioielliere che il 13 giugno scorso sparò ed uccise il 43enne Simone Bernardi, entrato nel negozio insieme ad un complice per mettere in atto una rapina.  

La notizia dell'archiviazione è riportata sul quotidiano Il Tirreno, che spiega quanto contenuto nella perizia balistica disposta per accertare la dinamica della sparatoria. Sarebbe stato il compagno di Bernardi a premere il grilletto per primo. Un elemento che aggiunge forza alla posizione processuale dell'esercente. 

Il pubblico ministero ha inoltrato la richiesta di giudizio immediato per i tre indagati, arrestati nel giro di un mese dai Carabinieri, accusati di tentato omicidio in concorso, tentata rapinata aggravata in concorso, ricettazione e porto abusivo di armi da sparo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina Ferretti: chiesta l'archiviazione per l'accusa di omicidio

PisaToday è in caricamento