Cronaca

Rapina alla gioielleria Ferretti: "Serve un piano per la sicurezza della città"

Confesercenti area pisana: "Le parole non servono più, chiediamo alla forze dell'ordine una mappatura delle attività potenzialmente a rischio e la predisposizione di servizi mirati"

"Dopo il sostegno e la vicinanza a Daniele Ferretti e alla sua famiglia, anche con la partecipazione in forma privata alla fiaccolata del quartiere, è il momento dei fatti. Bisogna infatti spostare i riflettori su un piano sicurezza che Pisa deve assolutamente mettere a punto". E' quanto afferma Antonio Veronese, presidente area pisana di Confesercenti, che torna sulla questione sicurezza in città chiedendo di "invertire la rotta".

"Non contano i numeri dei reati - insiste Veronese - ma la loro gravità. A Pisa possono anche essersi ridotte le azioni criminose in valore assoluto (consideriamo anche chi ormai non fa neppure denuncia per certi reati), ma se quelle che vengono perpetrate sono di estrema violenza e gravità chiediamo a chi di dovere di lasciar perdere la matematica per presentare una città sicura. Vogliamo poi sottolineare come gli ultimi casi di rapine violente hanno sempre visto coinvolti commercianti e con profili ben definiti: attività in cui i criminali credono di trovare bottini sicuri (gioiellerie, farmacie, tabacchi, distributori di carburante) a ridosso del centro e quindi facilmente raggiungibili in auto. Per questo chiediamo alla forze dell'ordine una mappatura di queste attività potenzialmente a rischio e la predisposizione di servizi mirati".

"Il caso Pisa - prosegue Veronese - purtroppo è una triste realtà. Gli appelli del sindaco Filippeschi per avere un numero di forze dell’ordine adeguato alla complessità della nostra realtà cade nel vuoto. Anche nelle ultime settimane la nostra provincia è stata esclusa da un invio di nuovi uomini per il periodo estivo. Chiediamo quindi al prefetto una presa di posizione forte a nome di tutta la città. Perché non ci si debba ritrovare ad una ennesima attestazione di solidarietà a qualche collega vittima dell’ennesima rapina".

PRESIDIO DI CONFCOMMERCIO: "POTEVA CAPITARE A TUTTI NOI"
 

LA STORIA: DA MILANO A PISA IN SOSTEGNO DI FERRETTI


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina alla gioielleria Ferretti: "Serve un piano per la sicurezza della città"

PisaToday è in caricamento