rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Cronaca Cascina

Cascina: coltelli, pistole e passamontagna per l'agguato al titolare di un bar

Quattro giovani albanesi, tutti tra i 24 e i 27 anni, sono stati intercettati dai Carabinieri di Pisa un attimo prima che entrassero in azione per rapinare il titolare del locale che stava rientrando a casa in bicicletta con l'incasso della giornata

Erano pronti per compiere una rapina i quattro albanesi arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Pisa la notte del 13 giugno. Volevano tendere un agguato al titolare di un bar di Cascina mentre stava rientrando a casa dopo la chiusura del locale per rapinarlo dell’incasso della giornata. Ma il loro proposito è stato interrotto dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pisa, che hanno pedinato i malviventi e collocato personale in abiti simulati nei pressi dell'esercizio e dell'abitazione della vittima, oltre a pattuglie in auto per scongiurare l’azione criminosa.

Nonostante il massiccio dispiego di uomini, i quattro malviventi, tutti albanesi giovanissimi di età compresa tra i 24 e i 27 anni, tre dei quali già gravati da precedenti, dopo la mezzanotte del 13 giugno sono partiti a bordo di un’autovettura da Pisa alla volta di Cascina, dove, appena giunti, hanno cominciato a predisporsi per tendere l’agguato. In particolare, dopo che uno dei quattro, inviato come vedetta, all'una e trenta ha comunicato che il bar era in via di chiusura e che il titolare, di lì a poco, sarebbe partito alla volta della propria abitazione a bordo di una bicicletta, si sono nuovamente riuniti, e, a bordo dell’auto, sono andati ad appostarsi in una stradina dalla quale sarebbero sbucati, incappucciati ed armati, al passaggio della vittima designata.

>>> IL VIDEO DEL COMANDO PROVINCIALE DEI CARABINIERI DI PISA <<<

Così i militari hanno deciso di intervenire prima che il folle disegno criminoso si portasse a termine. Infatti, dopo un prolungato pedinamento, hanno bloccato l’auto dei malviventi accerchiandoli e tagliandogli la strada da ogni direzione, intimandogli di tenere le mani bene in vista e di scendere dal mezzo con le mani alzate. Dalle perquisizioni personali è emerso che uno dei quattro era armato di una pistola cal. 6,35 con matricola abrasa, colpo in canna ed ulteriori cinque nel serbatoio, mentre un secondo era armato di una pistola Beretta cal. 9 risultata essere una scacciacani ma priva di tappo rosso. Sui sedili del veicolo, invece, sono stati rinvenuti un coltello a serramanico, un bastone da baseball, una bomboletta di spray irritante, quattro passamontagna e quattro paia di guanti. Condotti in caserma a Pisa, i quattro sono stati dichiarati in arresto per concorso in tentata rapina aggravata, ricettazione, porto e detenzione di armi clandestine.

Si tratta come detto di quattro giovani albanesi:

- K.M., 25 anni, domiciliato a Pisa;
- L.V., 27 anni, residente a Cascina;
- C.O., 27 anni, residente a Collesalvetti ma domiciliato a Orciano Pisano;
- C.Q., 24 anni, senza fissa dimora.

I quattro sono stati associati alla Casa Circondariale di Pisa. L’arresto è stato convalidato e per i quattro è stata disposta la custodia cautelare in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cascina: coltelli, pistole e passamontagna per l'agguato al titolare di un bar

PisaToday è in caricamento