Santa Luce, rave party non autorizzato: denunciate 23 persone

Il personale del servizio antincendio aveva notato all'interno del Parco Eolico alcune persone intente al montaggio delle attrezzature. Sono così intervenuti i Carabinieri che hanno stroncato sul nascere la festa non autorizzata in un'area demaniale protetta

Stavano allestendo un vero e proprio rave party non autorizzato in località Poggio al Ceraso nel Comune di Santa Luce, all’interno del Parco Eolico, in prossimità della quinta pala. E' stato personale in servizio antincendio la mattina del 6 settembre intorno alle 9 a notare il movimento di alcune persone. Sono stati così avvisati i Carabinieri che hanno accertato i preparativi per la festa non autorizzata che avrebbe dovuto svolgersi la notte successiva.
Il Comando Compagnia CC di Volterra ha predisposto così nell’immediato, anche grazie al supporto del personale in forza alle Stazioni di Santa Luce, Guardistallo e del proprio N.O.R.M., mirati servizi, effettuati anche con il concorso del personale ricevuto in rinforzo dalla Stazione di Casciana Terme della Compagnia di Pontedera, del Corpo Forestale dello Stato e della locale Polizia Municipale, per interrompere le operazioni di montaggio delle apparecchiature, successivamente è stata fatta sgomberare l’area e sono stati fatti allontanare i numerosi autoveicoli già giunti sul posto per il trasporto delle attrezzature.
Sono state anche avviate le operazioni per l'identificazione dei presenti.

Inoltre il Comune di Santa Luce ha emesso apposita ordinanza di chiusura della strada di accesso all'area, al fine di evitare l’afflusso successivo di eventuali partecipanti alla festa musicale non autorizzata.

Stamattina sono state denunciate in stato di libertà 23 persone, per la maggior parte provenienti dalle provincie di Bolzano, Trento e Belluno, per invasione di terreni. Fra questi veniva individuato quale responsabile dell’organizzazione F.M, 29 anni, residente a Bolzano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

Torna su
PisaToday è in caricamento