rotate-mobile
Cronaca

Questura, calano i reati: cittadini sentinelle del territorio

I dati riguardanti l'anno appena concluso sono stati illustrati dal questore Bernabei nel corso della tradizionale conferenza stampa. E' stata anche presentata la nuova squadra della Polizia pisana

Il bilancio dell’anno appena concluso ha evidenziato un’importante e confortante inversione di tendenza rispetto al trend crescente degli ultimi anni.
E questo in presenza di fattori criminogeni invariati se non, in alcuni casi, crescenti come quello dell’immigrazione clandestina. Un bilancio positivo quello del 2012, illustrato questa mattina dal questore Gianfranco Bernabei che ha presentato anche la nuova squadra della Polizia pisana.

In calo, oltre ai delitti più efferati, come gli omicidi, le lesioni e le violenze sessuali, anche i reati predatori. Sono infatti leggermente calati i furti e le estorsioni, mentre si mantengono in fase crescente le violazioni in tema di stupefacenti e soprattutto le rapine.
In quest’ultimo caso però c’è da precisare che molte volte si è trattato di furti che si sono trasformati poi in rapine improprie e soprattutto di rapine per strada. Il dato è peraltro in linea con quanto registrato a livello nazionale, dove, secondo i dati consolidati del Viminale relativi al primo semestre 2012, crescono i delitti comuni, calano gli omicidi e le violenze.

Il contrasto operato dalla Polizia di Stato, assieme alle altre forze dell’ordine, ha sicuramente contribuito al conseguimento di questi risultati cautamente ottimistici. I borseggi, grazie anche all’istituzione di un nucleo specializzato, hanno registrato un calo di oltre il 3% e proprio in questi giorni è stata deferita all’autorità giudiziaria un‘associazione a delinquere composta da 11 nomadi, tutte di sesso femminile, alcune delle quali minorenni, dedite proprio a questo tipo di reato.
Particolare importanza viene data dalla questura alla costante opera di espulsione dal territorio nazionale di quelle persone pluriresponsabili di reati contro il patrimonio e lo spaccio di stupefacenti. Infatti nel corso dell’anno appena concluso si sono triplicati i faticosi e dispendiosi, in termini di risorse economiche ed umane, accompagnamenti ai CIE ubicati a diverse centinaia di chilometri da Pisa. La minor presenza in città di certi personaggi poco raccomandabili ha sicuramente contribuito a diminuire i reati.

Alcune zone, come quella di Migliarino, sono state definitivamente sottratte alla criminalità grazie al costante lavoro delle squadre antidroga. Altrettanto importante il crescente rapporto di fiducia con la cittadinanza che manifesta sempre maggiore attenzione al controllo sociale del territorio, fornendo costante e prezioso ausilio alla Polizia.

Sul piano dell’ordine pubblico, nel corso dell’anno è stato garantito a tutti il diritto di manifestare per le più svariate ragioni di ordine sociale e politico."Le centinaia di manifestazioni politiche e sportive - affermano dalla questura - sono state sempre governate con equilibrio e fermezza da parte delle forze di Polizia che, non hanno mancato, laddove necessario, di denunciare comportamenti eventualmente illeciti commessi dai più intemperanti".

POLIZIA 2013: ECCO LA NUOVA SQUADRA

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Questura, calano i reati: cittadini sentinelle del territorio

PisaToday è in caricamento