Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Sicurezza, Pisa migliora ma non basta: al 13° posto delle province meno sicure

Secondo i dati del Ministero dell'Interno e pubblicati da Il Sole 24Ore, Pisa ha registrato l'anno scorso un calo dell'1,5% dei reati denunciati rispetto al 2011. La provincia è al nono posto per quanto riguarda il numero di furti in abitazione

Si migliora. Anche se di poco. Secondo i dati pubblicati oggi da Il Sole 24Ore che riporta i numeri forniti dal Ministero dell'Interno sui delitti commessi e denunciati alle Forze dell'ordine nel 2012, Pisa ricopre il 13° posto nella classifica che incorona, ma non c'è di che vantarsi, Milano come la città meno sicura, vale a dire quella in cui si registra la maggior incidenza dei reati denunciati rispetto alla popolazione (ogni 100mila abitanti). Il dato di Pisa non è comunque lusinghiero, anche se alla fine rispetto al 2011 si registra un -1,5%, con 22.857 delitti totali denunciati, vale a dire 5.539 ogni 100mila abitanti. Dalla classifica però emerge un quadro toscano abbastanza preoccupante visto che nei primi dieci posti di province con la maggior incidenza di reati abbiamo, oltre a Pisa, Firenze (7°), Lucca (9°) e Prato (10°). Al 12° posto anche Livorno.

Per quanto riguarda invece la tipologia di reati, troviamo Pisa al 9° posto tra le province più colpite dai furti in abitazione (592 ogni 100mila abitanti), segnando comunque un -4% rispetto al 2011.


Infine dando un sguardo alla situazione generale italiana, si registra un aumento dell'1,3% dei reati denunciati nel 2012 rispetto all'anno precedente, con l'aumento generale dei furti in casa (+15,5%), degli scippi (+13,1%), dei borseggi (+10,6%), delle truffe e frodi online (+7,7%) e delle rapine (+4,7%). Calano invece gli omicidi volontari (-5%).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, Pisa migliora ma non basta: al 13° posto delle province meno sicure

PisaToday è in caricamento