Cronaca

Valdera, summit sicurezza: aumentano le rapine, calano i furti

Il prefetto ha incontrato i sindaci per affrontare il nodo sicurezza nel territorio dell'Unione Valdera. "I numeri del 2012 sono incoraggianti per l'andamento dei reati in generale, ma destano ancora preoccupazione per le rapine" ha detto Tagliente

Vertice del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica ieri a Pontedera per analizzare l’andamento dei reati e la questione della sicurezza nei territori dei Comuni dell’Unione Valdera, di Fauglia, Calci e  Crespina.

Alla riunione, convocata per aderire alla richiesta dei sindaci di Fauglia e Calci, hanno partecipato, oltre al prefetto Francesco Tagliente, al questore Gianfranco Bernabei, al comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri Gioacchino Di Meglio e della Guardia di Finanza Marcello Montella, anche il vice presidente della Provincia Alessandra Petreri e i 17 sindaci dei Comuni interessati.

Nei Comuni dell’Unione Valdera che, insieme quelli di Fauglia, Calci e Crespina, totalizzano circa 132.000  abitanti, l’andamento dei reati rispecchia quello dell’intera provincia di Pisa.

“I numeri di questi ultimi 12 mesi sono incoraggianti per l’andamento dei reati in generale, compresi i furti, ma destano ancora preoccupazione per le rapine” ha esordito il prefetto Tagliente, anticipando al riguardo che, tuttavia, i dati elaborati non sono ancora stabilizzati e sono, quindi, suscettibili di variazioni, in quanto non tutte le Forze di Polizia hanno completato l'inserimento delle denunce nella banca dati.

“I dati ad oggi disponibili ci dicono che sicurezza e legalità nei comuni dell’Unione Valdera stanno gradualmente riconquistando il territorio” ha proseguito Tagliente, aggiungendo che “le operazioni della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale, sempre più incisive, stanno sottraendo spazio alla delinquenza, soprattutto a quella predatoria”.

I DATI. Dalla elaborazione dei dati emerge, infatti, che nei primi 12 mesi del 2012 nel territorio dei 14 Comuni dell’Unione Valdera (117.618 abitanti) il trend del totale dei delitti è diminuito dell’ 8,2%, a fronte di un incremento del 13,2% registrato l’anno precedente.
furti in genere sono diminuiti del 12,72% .
In particolare, i furti in abitazione sono scesi dell’11,8%, i borseggi sono diminuiti del 10,6%, mentre gli scippi sono aumentati di 4 unità (passando da 10 a 16) e i furti di auto di 6 unità (passando da 80 a 86).
Risultano in calo, rispetto al 2011, anche i reati di ricettazione, scesi del 23, 6% (passando da 72 a 55), mentre le estorsioni sono aumentate di una unità (passando da 7 a 8).
Per quanto riguarda le rapine, sono invece diminuite solo quelle commesse in danno degli esercizi commerciali (da 15 a 10), scese del 33%, a fronte di una maggiore casistica del totale delle rapine denunciate (da 44 a 61), salite del 38,6% specialmente quelle perpetrate in abitazione, salite di 6 unità (da 4 a 10), quelle in banca, salite di 3 unità (da 2 a 5) e quelle in uffici postali, salite anch’esse di 3 unità (da 1 a 4).

Il Prefetto ha alla fine condiviso la preoccupazione dei sindaci, rassicurandoli sulla determinazione delle Forze di Polizia di proseguire, con sempre maggiore impegno, sinergia e risorse strumentali, l’azione di prevenzione e contrasto dei reati in genere e, in particolare, delle rapine e di garantire alla cittadinanza risposte sempre più rispondenti alle aspettative.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valdera, summit sicurezza: aumentano le rapine, calano i furti

PisaToday è in caricamento