Palazzo Pretorio: 750mila euro per rifare la facciata e le coperture

E' quanto prevede l'amministrazione per l'edificio in piazza XX Settembre. I lavori potrebbero partire alla fine del 2020

Oggi pomeriggio 4 dicembre si è svolta la seduta congiunta delle due commissioni lavori pubblici e bilancio, durante la quale è stato illustrato dall’assessore Raffaele Latrofa il piano annuale delle opere pubbliche che dovrà approdare in Consiglio Comunale insieme alla discussione del bilancio di previsione 2020.

"A differenza di quanto accadeva in passato - ha detto Latrofa - dove la programmazione delle opere pubbliche erano molto spesso un libro dei sogni, noi continuiamo con il nostro metodo che prevede la corrispondenza di quello che diciamo con quello che facciamo e soprattutto fra i progetti e la loro realizzazione. In questo caso, un’opera attesa da tempo come il recupero di Palazzo Pretorio, o meglio, il restauro conservativo della facciata e la manutenzione straordinaria delle coperture, è stato da tempo inserito nel programma annuale 2020".

"Come ho illustrato oggi insieme ai tecnici alla seduta congiunta della prima e quarta Commissione permanente - ha proseguito - la cifra di 600mila euro che era stata prevista in passato, l’abbiamo incrementata di 150mila euro, arrivando a un totale di 750mila euro, risorse necessarie per prevedere il rifacimento della copertura che probabilmente è anche una delle cause principali del deterioramento della facciata. Si prevede che i lavori possano iniziare tra la fine del 2020 e i primi mesi del 2021 e che a termine dei medesimi la facciata e la torre dell'orologio torneranno allo splendore originario. I cittadini pisani potranno però percepire in anticipo il risultato finale, poiché a lavori in corso sarà posizionato sopra il punteggio un telo raffigurante la facciata nella sua configurazione finale: una nuova modalità di allestimento del cantiere che intende salvaguardare il decoro nel periodo dei lavori in centro città che auspichiamo, sia d’esempio per tutti i cantieri che ci saranno a Pisa nei prossimi anni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

Torna su
PisaToday è in caricamento