Recupero Sapienza, il rettore Augello: "Fermi i lavori del Ministero"

A margine di un incontro istituzionale il rettore dell'Università affronta i malumori per il cantiere e denuncia ritardi per la parte statale: "Non c'è nemmeno il progetto"

Alla presentazione del patto fra Comune di Pisa ed Università per una sempre maggiore collaborazione e coordinamento fra le due istituzioni, il rettore Massimo Augello ha affrontanto anche il tema del recupero della Sapienza.

Inizialmente una battuta sui disagi legati al cantiere: "Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca. Quando c'è un cantiere si lavora e si alza la povere, si montano impalcature e quant'altro, i disagi ci sono. La città, visto il valore, la grandezza e la necessità dell'intervento, dovrebbe chiedere di far presto. E lo stiamo facendo, i tempi previsti e che rispetteremo sono da primato. Gli operai lavorano giorno, notte e festivi. Si viva con serenità questa fase".

Poi la denuncia: "Il problema semmai è nella parte dei lavori del Ministero, che non è nemmeno iniziata. Non c'è stata una gara, non c'è nemmeno il progetto. Avevamo chiesto una gestione unitaria, che non c'è stata. Noi finiremo nei 9 mesi previsti". "Torneremo a chiedere un incontro al Ministro Franceschini anche su questo tema - afferma il sindaco Filippeschi - vediamo di organizzare una sua venuta a luglio, o di andare anche noi in caso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto dal 16 gennaio: prosegue lo stop agli spostamenti tra regioni

  • Coronavirus in Toscana: 379 nuovi casi positivi

  • Bonus mobili 2021, come ottenere le detrazioni: i requisiti

  • Coronavirus, le palestre GimFive in protesta: anche a Pontedera struttura aperta il 15 gennaio

  • Pisa S.C., vicina la svolta: il magnate russo Knaster vuole acquistare il club

  • Emergenza, ipotesi divieto di asporto dopo le 18 per i bar: "E' tempo di disobbedire"

Torna su
PisaToday è in caricamento