Cronaca

Recupero Sapienza: il Ministero affida la sua parte di lavori all'Università

Il Ministero dei Beni Culturali, tramite il Dgbic, ha affidato il restauro dei locali della Biblioteca Universitaria all'Ateneo, che aveva denunciato i ritardi dell'ente centrale sull'intervento

Prima era stato il rettore dell'Università di Pisa Massimo Augello a denunciare i ritardi del Ministero nel recupero della Biblioteca Universitaria ospitata alla Sapienza. Poi lo stesso Ateneo ha rincarato la dose, confermando l'assenza da parte dell'ente centrale perfino del progetto di riqualificazione funzionale. Adesso la risposta della Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali (Dgbic): i soldi ci sono, al cantiere della biblioteca pensi l'Università.

L'ente ministeriale infatti, in una comunicazione del 6 luglio, scrive che "essendo stato recentemente perfezionato il procedimento di definizione della copertura finanziaria, è stato richiesto all'Università di Pisa di occuparsi, nell'ambito dell'intervento complessivo, anche dei lavori di adeguamento funzionale della Bilbioteca Universitaria". "Questa soluzione - chiude il comunicato - consentirà una conclusione dei lavori in linea con i tempi previsti per l'intero edificio". Esattamente come auspicato dallo stesso Ateneo quando parlava di possibili ritardi nella riapertura a causa dell'inerzia del Mibact.

Nessuna novità sostanziale invece sul lato dei circa 3mila libri danneggiati durante il cantiere, con il Dgbic che conferma le misure già intraprese in precedenza. VEDI LE FOTO E IL RESOCONTO.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recupero Sapienza: il Ministero affida la sua parte di lavori all'Università

PisaToday è in caricamento