rotate-mobile
Cronaca

Regata Repubbliche Marinare: ecco chi salirà sul Galeone Rosso

Ultimi allenamenti per i vogatori che domenica sfideranno Genova, Venezia e Amalfi sulle acque dell'Arno per la 58ma edizione della storica regata. La gara è preceduta da un bellissimo corteo con 320 figuranti, 80 per ogni Repubblica

Manca poco all’atteso appuntamento con la 58ª edizione della Regata delle Antiche Repubbliche Marinare, in programma domenica 23 giugno, alle 18.45. L’equipaggio è pronto a riportare a casa il trofeo che manca dal 2010, quando lo conquistò nelle acque di Genova.

Il sindaco Filippeschi ha fatto visita alla squadra, nel corso di una delle ultime uscite del Galeone Rosso, martedì 18 giugno. "C’è una grande aspettativa, tutta Pisa è con voi" ha commentato il sindaco, concludendo con un in bocca al lupo all’equipaggio.

Hanno confermato la loro presenza i sindaci di tutte le Repubbliche. Confermata anche la diretta Rai.

Presentazione ufficiale di tutti gli equipaggi sabato 22 giugno alle 17 a Palazzo del Consiglio dei Dodici, in Piazza dei Cavalieri.

"Sarà una gara combattuta come quella dell'anno scorso: gli equipaggi sono simili e noi abbiamo avuto delle sostituzioni tutte di alto livello - ha commentato Sergio Marrucci, allenatore dell’equipaggio pisano - l'Arno è ancora alto e se rimarrà a questo livello il sorteggio delle corsie inciderà molto sulla gara. La favorita è quella esterna".

Entusiasta l’assessore alle Manifestazioni Storiche Federico Eligi: "Invito tutta la città a essere presente sui Lungarni per questo grande appuntamento, che torna a Pisa dopo quattro anni".

EQUIPAGGIO

Vogatori
Lorenzo Carboncini
Matteo Stefanini
Simone Tonini
Luca Agamennoni
Manuel Igneri
Alessandro Augusti
Tommaso Sacchini
Ivan Lorenzini

Riserve
Alessio Melosi
Sasha Sicurani
Michele Michelotti
Francesco Vaselli

Timoniere: Andrea Pellegrini

Massaggiatore: Giancarlo Mariani

Nostromo: Massimo Bellani

Allenatori: Sergio Marrucci, Alessandro Simoncini


PERCORSO. Il percorso della gara è di 1800-2000 metri in linea e si sviluppa sulle acque del mare, tranne a Pisa dove si percorre controcorrente il fiume Arno. La manifestazione termina con la consegna del trofeo, lo stendardo del primo premio e la medaglia d’oro all’equipaggio vincitore. Il trofeo, che rappresenta una galea medievale, viene custodito per un anno dalla città che si è aggiudicata la regata, poi torna ad essere messo in palio nell’edizione successiva. La sfida è preceduta da un bellissimo corteo con 320 figuranti, 80 per ogni Repubblica.

Le imbarcazioni sono in vetro resina, su ognuna otto vogatori con timoniere, e sono uguali per sagomatura, struttura degli scafi, timoni e sovrastrutture. Hanno sedili fissi, misurano circa 12 metri e il loro peso minimo è di 760 chilogrammi. Gli equipaggi, che indossano i costumi delle rispettive repubbliche, sono formati da vogatori che devono essere nati nella città per la quale gareggiano o risiedervi da almeno dieci anni.

I COLORI DELLE IMBARCAZIONI E L'ANIMALE RAFFIGURATO SULLA POLENA
Genova: bianco e grifo
Amalfi: azzurro e cavallo alato
Pisa: porpora e aquila
Venezia: verde e leone

PRECEDENTI EDIZIONI. Fino ad oggi la regata è stata vinta 30 volte da Venezia, 8 da Genova, 10 da Amalfi e 8 da Pisa. Nel 2012 ad Amalfi, dopo una combattuta lotta a tre per la vittoria, Pisa è arrivata terza. Nel 2011 la Regata è stata annullata, mentre Pisa ha vinto le edizioni del 2009 e del 2010.Galeone Rosso 2013-3

LA STORIA DELLA REGATA. L’idea della regata fu lanciata dal Cavalier Mirro Chiaverini a Pisa alla fine degli anni ‘40 e trovò subito terreno fertile nei più importanti ambienti cittadini.
L’ente municipale per il turismo la fece sua e la presentò alle municipalità delle altre città perché vi aderissero. Il prologo della regata e corteo Storico avvenne a Genova nel giugno 1955: la manifestazione remiera fu organizzata su gozzi genovesi. Le imbarcazioni erano governate da quattro vogatori ed un timoniere. L’esito della gara vide prima Genova, seconda Venezia, terza Pisa, quarta Amalfi. Fu la prova generale e l’epilogo di una lunga trattativa condotta dagli allora sindaci delle città di Amalfi, Genova, Pisa e Venezia. L’atto costitutivo che diede vita all’ente per la disputa del trofeo fra le quattro antiche repubbliche marinare italiane, che avrebbe dovuto promuovere e organizzare la manifestazione, venne firmato ad Amalfi  il 10 dicembre 1955, nel Salone Morelli di Palazzo San Benedetto.

Le barche, ad otto vogatori e timoniere, furono commissionate alla Cooperativa Gondolieri di Venezia che le costruì presso un proprio 'squeo' in San Marco. Il varo ebbe luogo il 9 giugno sulla riva dei giardini reali, alla presenza di S.E. Angelo Roncalli allora patriarca di Venezia e, successivamente Papa Giovanni XXIII. La prima edizione della regata si svolse a Pisa il 1° luglio 1956, nella cornice dei Lungarni stupendamente gremiti di gente tra cui moltissimi turisti italiani e stranieri. Da allora ogni anno la manifestazione si è ripetuta a turno sul mare di Amalfi e Genova, sul Lungarno di Pisa e sulla Laguna di Venezia. Nel 1961 si svolse un’edizione straordinaria, sulle acque del Po a Torino,  in occasione del centenario dell’Unità d’Italia. Nel 1983, invece, la competizione ha raggiunto livelli europei con la 'Regata sul Tamigi' che ha visto quattro equipaggi londinesi a confronto con quelli delle antiche repubbliche marinare italiane, mentre nel settembre 1999 si è svolta a Montecarlo una regata straordinaria nell’ambito dei festeggiamenti per il giubileo del principe Ranieri III di Monaco. Inoltre il corteo storico, che rievoca i fasti di Amalfi, Genova, Pisa e Venezia, ha sfilato per le strade di New York, Berlino e di altre città nel mondo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regata Repubbliche Marinare: ecco chi salirà sul Galeone Rosso

PisaToday è in caricamento