Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

San Cataldo, nuovo alloggio universitario: 240 posti letto in più

Il Ministro dell'istruzione ha finanziato la costruzione di un nuovo edificio a due passi dal Cnr. Un intervento significativo che andrà ad incrementare gli attuali alloggi, insufficienti a coprire il numero degli aventi diritto

Verrà costruita nell’area di San Cataldo (nei pressi del CNR) una nuova residenza universitaria dell’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario.

Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha infatti pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto che cofinanzia l’opera per un importo di quasi 7 milioni di euro; l’altro 50% sarà a carico della stessa Azienda DSU e della Regione Toscana.

Il territorio pisano è infatti carente di posti alloggi per gli studenti fuori sede;  a fronte di 2596 vincitori nelle relative graduatorie del DSU, l’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario dispone di circa 1516 posti letto nelle varie residenze esistenti. Agli studenti aventi diritto che non possono usufruirne viene concesso comunque un contributo economico a copertura del costo dell’affitto in una locazione privata.

“Con la costruzione della nuova residenza universitaria di San Cataldo - afferma il presidente ARDSU Marco Moretti - possiamo dare un’ulteriore concreta risposta agli studenti fuori sede iscritti all’Ateneo pisano che necessitano di un alloggio. Si tratta di circa 240 posti letto in più che, una volta terminata la costruzione, potremo garantire a quegli studenti che ne hanno diritto per merito e per reddito”.

Il DSU infatti, sulla base della costituzione italiana (art. 34) sostiene con propri interventi diretti gli studenti che, in regola con gli studi universitari, rientrano in determinati parametri ISEE e ISPEP previsti dalla normativa di riferimento.

La costruzione della nuova residenza universitaria dovrebbe completarsi in circa 3 anni. Sarà dotata di impianti solari termici e fotovoltaici e di rivestimenti idonei a ridurne i consumi energetici e renderla quindi più ecocompatibile.Residenza universitaria San Cataldo Pisa-3

COMMENTI. “Il buon esito della richiesta di finanziamento ministeriale - sostiene il membro del consiglio di amministrazione Simone Consani - testimonia la ripresa di una progettualità per la città da parte dell’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario: c’è ancora molto da fare, soprattutto sull’aumento della dotazione dei posti letto, ma questo primo passo testimonia un impegno serio a non fermarsi all’esistente e a migliorare di molto i servizi per gli studenti”.

“Si tratta di un evento importante per la città di Pisa - conferma il sindaco Marco Filippeschi - che ancora una volta si mostra in grado di attrarre finanziamenti statali e regionali: circa 14 milioni di euro saranno investiti per creare una struttura che andrà a ridurre il fabbisogno abitativo per gli studenti fuori sede, con effetti positivi anche sul resto della città. Anche il Comune ha fatto la sua parte in questo, con la nuova residenza per studenti universitari di via Da Buti (circa 30 posti letto) che a breve verrà consegnata al DSU”.

“La nuova residenza di San Cataldo sarà un altro bel risultato per il diritto allo studio in Toscana - sottolinea la vicepresidente della Regione Toscana Stella Targetti -  che andrà ad aggiungersi a quelli che raggiungeremo nel 2013. Nel corso di quest'anno, infatti, saranno inaugurati nella nostra regione 563 nuovi posti letto per studenti per un totale di 4.525. Per quanto riguarda le borse di studio, poi, siamo in pratica l'unica Regione a soddisfare il 100% delle richieste: durante quest'anno accademico verranno erogate 700 borse in più grazie all'innalzamento da 17mila a 18mila euro della soglia d'accesso Isee".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Cataldo, nuovo alloggio universitario: 240 posti letto in più

PisaToday è in caricamento