Cronaca Centro Storico / Piazza San Paolo a Ripa D'Arno

San Paolo a Ripa d'Arno: due anni di lavori per la riqualificazione della chiesa malata

Numerosi interventi che si sono succeduti nel tempo e che hanno visto l'utilizzo di materiali compositi che hanno reagito in modo diverso fino a portare agli attuali problemi di staticità della struttura. Nel 2016 l'intervento per dare una nuova vita alla chiesa

Inizieranno nel 2016 i lavori di riqualificazione strutturale della Chiesa di San Paolo a Ripa d'Arno, per una durata di 24 mesi e un costo complessivo di oltre 1,5 milioni di euro.
La notizia arriva al termine di un lungo ed articolato percorso che in modi e con tempi diversi ha suscitato l'interesse di varie componenti territoriali e nazionali, prima fra tutte la cittadinanza pisana fortemente determinata a mantenere accesa l'attenzione per la riapertura di uno dei monumenti più radicati nella storia della città.

Come è noto, infatti, la Chiesa risulta inagibile e chiusa al pubblico da oltre tre anni, a seguito del manifestarsi di criticità strutturali che ne hanno messo in pericolo la staticità.
La Parrocchia, ente proprietario dell'immobile, al manifestarsi dei pericoli strutturali è immediatamente intervenuta sottoponendo la Chiesa a misure di contenimento che hanno evitato l'ulteriore aggravarsi dello stato di degrado.
Subito dopo sono stati condotti studi ed indagini tecniche dirette ad individuare le cause dei cedimenti e ad approfondire le caratteristiche strutturali e costruttive dell'immobile.

La Chiesa, risalente all'anno 1000, ha subito nel tempo numerosi interventi di restauro, i più importanti dei quali nel corso del XIX secolo. E' stata poi gravemente danneggiata dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e per ciò parzialmente ricostruita dopo la conclusione del conflitto.
Tutto ciò ha compromesso l'originaria omogeneità delle strutture del monumento che risultano oggi costituite da un insieme composito di materiali costruttivi diversi che hanno reagito con modalità differenti ai movimenti degli strati su cui poggia, sino al punto da determinare le attuali criticità statiche. Di qui la complessità degli studi e delle indagini tecniche necessari per l'elaborazione del progetto di riqualificazione.

Il progetto è stato perfezionato nel corso del 2015 dai tecnici della Diocesi, anche attraverso un processo di condivisione con esperti della Fondazione Pisa, e quindi portato all'attenzione della Soprintendenza. La Fondazione, già interessata dalla Diocesi per sostenere economicamente l'intervento, ha valutato positivamente il progetto ed ha ritenuto di sostenerlo rendendo disponibile un contributo di importo pari ad euro 500mila. Il resto dell'importo necessario a coprire i costi dell'intervento sarà conferito dalla Diocesi, che garantirà la realizzazione dell'intervento per il tramite della Parrocchia di San Paolo a Ripa d'Arno che, in qualità di proprietaria della Chiesa, assumerà il ruolo di committente dei lavori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Paolo a Ripa d'Arno: due anni di lavori per la riqualificazione della chiesa malata

PisaToday è in caricamento