Parco preistorico dei dinosauri di Peccioli: conto alla rovescia per la riapertura

La storica struttura riaprirà il prossimo 21 marzo, nel primo giorno di primavera

Foto dalla pagina Facebook del Parco Preistorico di Peccioli

Riaprirà il 21 marzo prossimo, nel primo giorno di primavera, il celebre parco preistorico di Peccioli gestito dalla famiglia Ghironi. L'attrazione, che richiamava visitatori e appassionati da tutta la Toscana, fu chiusa nel 2016 dopo 39 anni di attività per "motivi familiari". In queste ore, su Facebook, l'annuncio della prossima riapertura: "Tenetevi forte - si  legge sulla pagina Facebook del parco - e segnate la data sul calendario! Riapriremo il giorno giovedì 21 marzo, proprio il primo giorno di primavera. Il programma della giornata di giovedì è ancora tutto da definire, e lo pubblicheremo a breve. Assieme al programma arriveranno anche due speciali promozioni dedicate ai visitatori ed alle scuole. Dalla riapertura, poi, saremo aperti ogni giorno con i consueti orari".

Come nacque il parco dei dinosauri

La struttura, che presenta ricostruzioni di dinosauri, venne fondata da un artista del circo, Erardo Ghironi, il quale decise non più giovanissimo, di ritirarsi dalla vita di tournée. Il luogo prescelto per 'fermarsi' fu la cittadina di Peccioli dove, con il consiglio di alcuni parenti, Erardo comprò due ettari di vigneto e vi costruì una casa, per sé e per i due figli. Col desiderio di cercare o, perché no, 'inventare' un lavoro che potesse ripagare le attività dello spettacolo itinerante, faticosissime ma gratificanti, Erardo e i figli si accorsero che quella loro terra era piena di conchiglie, di strane impronte, di resti fossili: i segni concreti di un'evoluzione della natura dalla preistoria ad oggi che proprio lì, anche sulla loro vigna, aveva lasciato tracce così evidenti.

Da quel ritrovamento venne l'idea di mostrare quei piccoli tesori del passato, e di corredarli con un itinerario di ricostruzioni che fosse sia scientificamente pertinente ed efficace per la didattica, sia caratterizzato dallo stile evocativo, spettacolare e volto all'intrattenimento che è cifra distintiva dell'attività circense. Il parco è stato per anni meta di gite scolastiche e di visitatori che hanno avuto l'occasione di tuffarsi nella preistoria.

Potrebbe interessarti

  • Le curiosità dei nostri amici pelosi: 5 cose che non tutti sanno sui gatti

  • Falsi amici a tavola: 7 alimenti che non fanno dimagrire

  • Ragnetti rossi: cosa sono e come proteggere la casa dalla loro presenza

  • Come far risaltare l'abbronzatura a fine estate: 4 semplici consigli

I più letti della settimana

  • Tirrenia, malore mentre è in mare: muore 81enne

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Si sente male sul patino a Marina di Vecchiano: muore 49enne

  • Rischia la paralisi dopo un tuffo: 16enne ricoverato a Cisanello

  • Santa Maria a Monte, con la bici contro un'auto: morto

Torna su
PisaToday è in caricamento