'Riapri Pisa': via al bando per 700mila euro di contributi per le locazioni 

E' destinato a imprese commerciali, artigianali e di particolari studi professionali. Si può fare domanda fino al 17 ottobre

Da domani, giovedì 17 settembre, sarà pubblicato sul sito del Comune di Pisa l’avviso per la erogazione del contributo economico 'una tantum' a sostegno delle locazioni per le imprese commerciali, artigianali e di particolari studi professionali, le cui attività sono state sospese per l’emergenza sanitaria Covid-19. Il provvedimento rientra nel piano 'Riapri Pisa' annunciato nel pieno del lockdown, insieme ad altri interventi di sostegno per fronteggiare l’emergenza. E' previsto un fondo pari a 700mila euro, di cui 650mila per il sostegno dei canoni commerciali e 50mila dei canoni di locazione per professionisti.

"Si tratta di uno dei provvedimenti annunciati nel pieno della crisi emergenziale - spiega il sindaco Michele Conti - quando già l’amministrazione comunale stava pensando alla Fase 2 per riuscire a far ripartire le attività costrette a chiudere". "Siamo molto soddisfatti - dice l’assessore al commercio e turismo, Paolo Pesciatini - di riuscire a dare esecuzione anche a questa forma di contributo, sulla quale da tempo abbiamo lavorato grazie anche agli uffici che sono riusciti a definire un procedimento amministrativo che consentirà, in tempi rapidi, la presentazione delle domande e la successiva erogazione dei contributi".

Nel dettaglio Pesciatini spiega che "con particolare riferimento ai settori commerciali, artigianali, di somministrazione e del turismo ricordo la riduzione del 30% degli affitti di proprietà comunale, l’azzeramento del suolo pubblico per i pubblici esercizi, ambulanti, alberghi, edilizia per l’intero 2020 nonché l’ampliamento fino al 40%, così come l’azzeramento della imposta di soggiorno e il pagamento del ticket per i bus turistici. Nelle prossime settimane saranno consegnati i bollettini per il pagamento della Tari, che conterranno già le riduzioni stabilite con l’apposito fondo di 500mila euro stanziato per il supporto delle attività rimaste chiuse per codice ATECO".

"Arriva una misura attesa e molto importante per le imprese pisane: un contributo di sostegno per l'affitto destinato a commercianti, imprenditori e liberi professionisti che sono stati costretti a chiudere nei mesi di lockdown", commenta il direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli, che prosegue: "L'emergenza Covid-19 ha costretto la città a una situazione senza precedenti: saracinesche abbassate, fatturati azzerati e crollo delle presenze turistiche. Un'apocalisse che richiede misure e impegni straordinari, a partire dall'abbattimento delle spese fisse come il pagamento del canone d'affitto. D'altra parte se un'impresa non ha incassato neanche un euro non si capisce come faccia a pagare tasse, bollette e tutti gli adempimenti".

Come funziona e come richiedere il contributo

Le domande di ammissione al contributo dovranno essere presentate, entro il prossimo 17 ottobre, congiuntamente dal titolare rappresentante legale dell’attività economica o professionale (negozio, studio, ufficio) e dal proprietario dell’immobile entro il quale si esercita l'attività stessa, al quale sarà erogato il contributo. Beneficeranno del sostegno economico due specifiche categorie: titolari di locazione commerciale o artigianale che svolgano impresa commerciale, di somministrazione o artigianale con sede legale nella provincia di Pisa e sede operativa nel Comune di Pisa che, in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, abbiano sospeso le attività dopo il 12 marzo 2020, ma attivi ed operativi alla data 23 febbraio 2020; e i liberi professionisti, titolari di studio/ufficio in Pisa, di età non superiore a 35 anni che per il 2019 abbiano dichiarato un reddito non superiore a 30mila euro. Sarà la Giunta Comunale a definire l’entità del contributo 'una tantum' sulla base delle domande ammesse.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le domande per la richiesta del contributo dovranno essere compilate su apposito modulo predisposto dal Comune di Pisa, scaricabile dal sito della Rete Civica, area tematica Suap, e dovranno essere presentate mediante Posta Elettronica certificata (PEC) entro le ore 23.59 del 17 ottobre prossimo. Il contributo sarà concesso secondo modalità contenute nell’avviso e fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Entro 45 giorni dalla data di scadenza, l’Ufficio Suap pubblicherà all’Albo Pretorio l’elenco delle ammissioni e delle esclusioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Schianto nella notte a San Piero a Grado: muore 26enne

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Coronavirus a scuola, tre studenti positivi: quarantena per compagni di classe e insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento