Università e ricerca: la Normale a fianco dei precari pisani

Nella seduta di mercoledì il Senato Accademico della Scuola ha discusso le questioni sollevate dai 'Ricercatori Determinati'

Anche il Senato Accademico della Scuola Normale Superiore, dopo quello dell'Università di Pisa, fa proprie le istanze presentate nelle scorse settimane dai 'Ricercatori Determinati', un gruppo di ricercatori e ricercatrici precari, che, anche a livello nazionale, sta sensibilizzando gli organi competenti e l’opinione pubblica sul problema del definanziamento del comparto dell’università e della ricerca e sull’ipertrofia della precarietà in questo stesso comparto. Nella seduta di mercoledì 22 gennaio l’assemblea di governo della Normale ha infatti discusso le questioni sollevate dai 'Ricercatori Determinati', su richiesta dei rappresentanti degli allievi e dei ricercatori della Scuola in Senato Accademico.

"L'iniziativa dei Ricercatori Determinati - si legge nella nota del Senato Accademico della Scuola Normale - è apprezzabile e tempestiva nel denunciare il prolungato e ingiustificato definanziamento di università  e ricerca (peraltro rispetto a livelli di finanziamento estremamente  ridotti in prospettiva comparata europea). Anche condivisibili sono le denunce relative alle distorsioni, in parte collegate al definanziamento, sia nel reclutamento che nella valutazione della ricerca, nonché alla bassa protezione del diritto allo studio. Questi, insieme all'aumento del lavoro precario e non sufficientemente tutelato, sono problemi gravi da affrontare urgentemente".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Le richieste di un adeguato finanziamento di università e ricerca - si legge ancora - di un rafforzamento del reclutamento di docenti in ruolo, di un incremento dei fondi per il diritto allo studio sono istanze importanti, che il Senato Accademico fa proprie. Senz'altro importante è anche aprire spazi di confronto ed elaborazione di proposte condivise da tutte le componenti della Scuola Normale sui temi del reclutamento e della valutazione della ricerca, anche in relazione alla missione e alle esigenze specifiche della Scuola".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Schianto nella notte a San Piero a Grado: muore 26enne

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento