Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Sicurezza, il sindaco al ministro Alfano: "Ci invii ciò che ci era stato promesso"

Quello del sindaco Marco Filippeschi appare come un ultimatum lanciato al segretario nazionale del Pdl Angelino Alfano che ha deciso di inviare a Milano 140 agenti in più. Anche Pisa recrimina un maggior numero di poliziotti

Il ministro Alfano

"Adesso il Ministro Alfano non ha più scuse. Mi aspetto che entro un paio di giorni al massimo mi risponda e invii entro il mese di maggio a Pisa i poliziotti che ci spettano e che ci aveva promesso prima Maroni quando era sulla poltrona che oggi ricopre Alfano", attacca il sindaco di Pisa e candidato del centrosinistra Marco Filippeschi a margine della notizia arrivata ieri da Roma sulla decisione assunta da Alfano per Milano. 

"Il ministro dell'interno Alfano ha assunto ieri una decisione sacrosanta - spiega Filippeschi - ovvero quella di mandare finalmente a Milano 140 agenti delle forze dell'ordine in più. Decisione sacrosanta visto che arriva dopo due anni che questi rinforzi venivano sollecitati dal sindaco Giuliano Pisapia prima al ministro Maroni e poi al ministro Alfano. Il sindaco Pisapia ottiene quanto spettava di diritto a una città complessa come Milano solo dopo un fatto grave come quello accaduto alcuni giorni fa con l'uccisione di alcuni cittadini da parte di un pazzo e dopo le minacce di morte arrivate al sindaco stesso come conseguenza del clima di odio scatenato dopo quei fatti, anche dalle dichiarazioni di alcuni autorevoli esponenti della Lega e di Fratelli d'Italia. Minacce per le quali confermo la mia solidarietà al sindaco di Milano e che considero un monito a tutti quelli che portano in politica toni troppo elevati e attacchi troppo forti tali da scatenare comportamenti pericolosi".

"Adesso però, dopo che il ministro Alfano, segretario nazionale del PDL, ha fatto il suo dovere con Milano, rispetti immediatamente anche gli impegni che il Governo, di cui faceva parte allora come Ministro della Giustizia, si era assunto con Pisa e che sono stati da me sollecitati nella sua nuova responsabilità di ministro dell'Interno - prosegue Filippeschi - se non ricevessimo a Pisa entro questa settimana una sollecita risposta che indichi l'invio delle forze dell'ordine che ci spettano entro la fine di maggio sarebbe un gravissimo atto da parte del ministro e leader del PDL verso i pisani, che dimostrerebbe il disinteresse verso la loro sicurezza. Sicurezza sulla quale invece il Comune si è impegnato e si impegnerà attraverso tante iniziative come il rafforzamento della videosorveglianza e l'assunzione di 20 nuovi agenti della polizia locale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, il sindaco al ministro Alfano: "Ci invii ciò che ci era stato promesso"

PisaToday è in caricamento