Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Bimba morta dimenticata nell'auto: chiesta l'archiviazione per il padre

L'uomo, secondo accusa e difesa, era stato colpito da amnesia dissociativa, un improvviso black out che gli ha fatto dimenticare la bambina in macchina

La Procura di Pisa ha chiesto l'archiviazione per il padre della piccola Giorgia, morta dopo essere stata dimenticata nell'auto a San Piero a Grado. La notizia è riportata oggi dal quotidiano Il Tirreno.
L'uomo, 44 anni, il 18 maggio scorso lasciò la figlia di un anno nell'abitacolo sotto il sole, nel parcheggio davanti all'azienda dove lavora come ingegnere. La bambina morì per il caldo e la mancanza di ossigeno. 
Il pm Giancarlo Dominijanni ha già trasmesso la richiesta all'ufficio del gip del tribunale di Pisa.

Secondo quanto riportato dal quotidiano, le consulenze di accusa e difesa concordano sull'assenza di comportamenti colposi da parte del padre.
Alessandro Meluzzi, consulente della Procura, aveva escluso la causa di punibilità per l'ingegnere: quel giorno il padre della piccola sarebbe stato colpito da un'amnesia dissociativa transitoria, ovvero un improvviso black out che gli ha fatto dimenticare Giorgia in auto mentre avrebbe dovuto accompagnarla al nido. Alle stesse conclusioni sono arrivati i consulenti della difesa.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba morta dimenticata nell'auto: chiesta l'archiviazione per il padre

PisaToday è in caricamento