Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca Riglione

Più forze dell'ordine, telecamere e frequenza delle pulizie: il Comitato di Riglione scrive al Comune

Gli abitanti parlano di una "brutta situazione che va avanti da tempo" nel quartiere, anche a seguito dell'episodio della rissa in pieno giorno del 3 aprile

Avanza delle richieste all'amministrazione il comitato di quartiere Oratoio e Riglione sul fronte lotta al degrado e sicurezza. La lettera pubblica arriva pochi giorni dopo la rissa avvenuta nel pomeriggio del 3 aprile. "Siamo molto dispiaciuti per il grave episodio successo in pieno giorno e siamo vicini ai commercianti che quotidianamente subiscono questa situazione di degrado e disagio ormai da troppo tempo" scrivono la presidente Elisa Rotiroti e il vicepresidente Francesco Pingitore in rappresentanza dei cittadini, "la situazione è diventata insostenibile".

"Stiamo sollecitando il sindaco e gli assessori già da mesi - prosegue la lettera - per denunciare questa brutta situazione, chiedendo maggiore presenza delle forze dell'ordine che sono totalmente assenti sul nostro territorio". Il comitato chiede al sindaco Conti e all’assessore Bonanno di "estendere l’ordinanza comunale entrata in vigore il 20 febbraio, che vieta la vendita di bevande alcoliche dalle ore 16 come accade in alcuni supermercati del centro, al supermercato Carrefour Express di via Calatafimi a Riglione, per evitare episodi di assembramenti di persone che non indossano mascherine e non rispettano le distanze di sicurezza, per evitare scontri violenti e liti che costituiscono un reale pericolo per i passanti come appunto è accaduto sabato scorso".

Anche sul fronte di prevenzione e cura generale "chiediamo l’installazione di telecamere in via Fiorentina per tutelare commercianti e i cittadini residenti, faremo presente il punto installazione telecamere al prossimo tavolo tecnico con il Coordinamento dei Comitati cittadini di Pisa, Prefetto, Questore, Comune e Forze dell’ordine. Chiediamo una pulizia più frequente del parco pubblico di Riglione e del piazzale in via Malatesta abbandonato da mesi, il parcheggio è diventato una discarica a cielo aperto, non possiamo aspettare la realizzazione del ponte ciclopedonale previsto per la fine del 2022".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più forze dell'ordine, telecamere e frequenza delle pulizie: il Comitato di Riglione scrive al Comune

PisaToday è in caricamento