Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Stalli disabili in città, al via la ricognizione per rispondere alle reali necessità

L'iniziativa di Pisamo che incontrerà le associazioni che si occupano delle categorie più fragili. Particolare attenzione al numero di stalli gialli davanti ai plessi scolastici

Una ricognizione a 360 gradi degli attuali stalli nella città di Pisa, con l'obiettivo di rimodulare gli spazi destinati ai portatori di handicap secondo le reali e attuali esigenze della cittadinanza. Questo l'obiettivo del piano che ha messo in piedi Pisamo, srl a gestione pubblica che si occupa di diverse questioni per conto della città di Pisa tra cui quella della sosta. “Ci siamo resi conto - spiega Andrea Bottone, amministratore unico di Pisamo - che l'attuale necessità di stalli dedicati alle persone più fragili non corrisponde all’ubicazione concreta delle strisce gialle in città. Per intenderci: ce ne sono pochi dove ne servirebbero di più. In questi giorni abbiamo in programma incontri con alcuni cittadini e associazioni sensibili al tema, che ci sottoporranno le loro problematiche quotidiane. Prima di incontrarle faremo quindi una attenta ricognizione su tutti gli stalli della città, con l'obiettivo di rivedere la collocazione e, se necessario, il numero”.
In quest'ottica saranno coinvolti diversi settori anche del Comune di Pisa. In particolare l’Assessorato alla Scuola, alla Disabilità e alla Mobilità. Uno dei primi obiettivi di Pisamo infatti è avere un quadro preciso dagli istituti scolastici: quanti stalli gialli ci sono davanti i plessi, e quali le reali esigenze degli studenti. 

“L'obiettivo di questa ricognizione del territorio - spiega l’assessore alla Disabilità del Comune di Pisa, Sandra Munno - risponde in pieno alle azioni indispensabili che devono essere messe in atto per rendere la nostra città accessibile e sostenibile. Il tema dell’accessibilità coinvolge tutti i settori dell' amministrazione, ma quello più percepito è l’urbanistico, entro il quale la mobilità è protagonista. La sfida - aggiunge Munno - è quella di abbattere tutte le barriere che le persone trovano e che diminuiscono la fruizione urbana. Consentire quindi di arrivare il più vicino possibile nei punti nevralgici della città così come nei luoghi di lavoro per le persone con disabilità rappresenta l'obiettivo che la nostra amministrazione deve perseguire, perché ritengo che la vivibilità dei luoghi sia un requisito indispensabile per il traguardo che ci siamo dati”.
Assieme alle scuole saranno posti sotto osservazione anche i punti strategici della città: centro storico, quartieri residenziali, stazione, litorale. “Dopo la creazione di stalli rosa per le giovani mamme e le donne in gravidanza, e dopo aver realizzato gli stalli per lasciare priorità agli anziani che vanno a fare le vaccinazioni antiCovid - aggiunge l'avvocato Bottone - prosegue l'attenzione di Pisamo per le categorie più fragili, alle quali vogliamo dedicare massima attenzione”.
Accanto alla revisione dei posti auto, Pisamo sta studiando anche una campagna di sensibilizzazione sul tema da attivare per mezzo di cartelloni affissi in città ma anche campagne social e via whatsapp.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalli disabili in città, al via la ricognizione per rispondere alle reali necessità

PisaToday è in caricamento