Cronaca

Morto sull'Arnaccio: il ricordo del musicista Amerigo Lenzo

Tornava nella sua casa di San Giuliano Terme dopo una serata di piano bar e karaoke. Il suo gruppo, Endless Music Activity: "Continueremo nel suo ricordo"

Il tragico incidente di questa notte ha tolto la vita ad Amerigo Lenzo, 58 anni, livornese residente a San Giuliano Terme. Musicista, stava tornando a casa dopo una serara a Livorno nel locale 'In Via Buia Ristorante Birreria'. Purtroppo rimarrà la sua ultima esibizione con gli Endless Music Activity, la band che aveva fondato e che portava avanti insieme ai suoi amici musicisti Mirko e Francesca.

L'esibizione al piano bar con karaoke, dedicata alla Festa della Donna, era stata un successo. "Siamo sconvolti - dice Mirko Pallotti, suo compagno di band, a LivornoToday - la serata era andata benissimo. Ci eravamo conosciuti da poco ma c'era stato subito un grandissimo feeling. Quella di Amerigo era una passione incredibile che prometto, insieme a Francesca, di portare avanti nel suo ricordo".

Preoccupata dal mancato rientro di Amerigo, la sua compagna Lucia ha prima chiesto informazioni agli amici, scoprendo poi la drammatica verità dai carabinieri intervenuti sul luogo dell'incidente. Dipendente della Deutsche Bank, Amerigo aveva fatto del sassofono e del flauto traverso le sue grandi passioni dopo aver frequentato negli anni Ottanta l'istituto Mascagni. Originario di Ardenza, da qualche anno si era trasferito nella frazione del comune pisano dove aveva conosciuto Mirko Pallotti, vicino di casa e musicista come lui. Un'intesa immediata e una collaborazione fattiva nel gruppo Endless Music Activity, che aveva in poco tempo riscontrato il consenso del pubblico e dei locali di Livorno e provincia.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto sull'Arnaccio: il ricordo del musicista Amerigo Lenzo

PisaToday è in caricamento