Cultura: "Il Comune ha ridotto i fondi per il Teatro Verdi"

A denunciare la situazione la consigliera comunale del Pd, Olivia Picchi: "100mila euro in meno che determineranno una riduzione della programmazione e della proposta culturale della città"

"Il Comune di Pisa taglia i fondi al Teatro Verdi. Inizia così l'anno della candidatura della città a Capitale della Cultura". E' quanto denuncia in una nota la consigliera comunale del Partito Democratico, Olivia Picchi. "Dopo l'approvazione del Dup e del bilancio - scrive in una nota la Picchi è arrivata l'approvazione da parte della Giunta del Peg (piano economico di gestione): fra le tante, una delle prime cose che salta agli occhi è la riduzione dei trasferimenti al Teatro Verdi di 100 mila euro. Un 6,5% in meno pesante come un macigno. Avevamo annunciato che sulla cultura c'era stato, nel bilancio, un grosso taglio ma mai ci saremmo aspettati che questo coinvolgesse anche il teatro principale della città".

La Picchi fornisce quindi alcuni numeri. "Nel 2016 - prosegue la nota - i finanziamenti al Teatro Verdi ammontavano a 1,5 milioni di euro aumentati a 1,55 milioni sotto l'assessorato Ferrante dal 2017 al 2019. Oggi quindi torniamo al 2015, sempre per dire quanto questa Giunta guardi avanti. Non è questione 'solo' di 100 mila euro, il taglio ha conseguenze dirette. La prima è una riduzione dei finanziamenti regionali (circa 200 mila euro) e del Ministero (circa 500 mila euro). La seconda, che discende direttamente dalla prima è una forte riduzione della programmazione e quindi dell'offerta culturale alla città".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La programmazione teatrale - conclude la Picchi - viene fatta ad inizio anno per l'anno successivo, questo significa che il teatro dovrà necessariamente fare una programmazione ridotta. Essendo il teatro stesso in una rete di teatri nazionali con scambio di produzioni, l'impegno ridotto del Verdi porterà problemi di 'parità di scambio', nella sostanza il Verdi avrà meno da offrire e quindi da ricevere. Chiederò come vicepresidente della Commissione Cultura un commissione urgente per ottenere il ripristino delle risorse, se questo ripristino non ci sarà subito ogni altra azione sarà tardiva e vana".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • Lutto nella sezione Aia di Pisa: muore a 41 anni Gennaro D'Archi

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Auto fuori strada lungo l'Arnaccio: muore 25enne

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

Torna su
PisaToday è in caricamento