Cronaca

Volterra: riduzione della Tari per chi apre attività artigianali

L'amministrazione vuole favorire nuove imprese commerciali, specie dei giovani: abbattuta del 20% l'imposta, la misura non si applica ad attività di somministrazione

Un ulteriore abbattimento del 20% sulla Tari, oltre a quello già previsto del 50%, per chi apre una nuova attività artigianale o produttiva (non di somministrazione di alimenti e bevande) e per chi voglia fare il cambio di destinazione d'uso di un locale e adibirlo a laboratorio o attività artigianale.

E' quanto deciso dall'amministrazione comunale di Volterra che ha varato una nuova misura che punta a rendere più agevole l'apertura di un'impresa. "Troppo spesso - spiega il Sindaco Marco Buselli - l'artigianato è stato ingiustamente considerato solo manualità, dimenticando il cuore e la testa, che sono ingredienti indispensabili". "E' anche per questo - aggiunge l'assessore Gianni Baruffa - oltre che per la burocrazia eccessiva, se i giovani si sono allontanati dal mondo dell'artigianato. Come pure l'idea che si tratti per forza di qualcosa di 'vecchio', mentre tradizione e innovazione possono e devono camminare assieme".

Tra le agevolazioni varate c'è anche quella per l'Azienda Pubblica Servizi alla persona Santa Chiara che vede passare la Tari da 16mila euro all'anno a circa 4mila. "Il Santa Chiara - conclude Buselli - sta impostando un lavoro importante soprattutto in prospettiva, uscendo dalle criticità croniche che la affliggono da anni. Il Comune è al fianco di questa importante azienda pubblica della città e del territorio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volterra: riduzione della Tari per chi apre attività artigianali

PisaToday è in caricamento