Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Ponsacco, rifiuti di ogni tipo nelle campane del multimateriale: flop del Comune 'riciclone'

Geofor raccomanda una maggiore collaborazione alla cittadinanza: l'analisi del materiale gettato nei contenitori per la raccolta del vetro è stata svolta a campione, ma i risultati non sono lusinghieri. Geofor pensa alla vigilanza

Non bisogna guardare solo alla quantità, ma anche alla qualità. E se si considera che, in base ad un'analisi svolta da Geofor su alcune campane azzurre del multimateriale prelevate a campione a Ponsacco, il 55% era composto da frazione estranea, di cui solo un 6% era costituito da vetro, si capisce quanto nella raccolta differenziata sia importante fare attenzione a cosa si getta nei contenitori. Nel territorio comunale ponsacchino la rimanente parte di rifiuto era composto da varie tipologie, tra cui l’organico.

E questo succede in un comune 'riciclone' come Ponsacco dove il dato di raccolta differenziata supera l'80%. Bisogna aggiungere però parametri di qualità al materiale raccolto, altrimenti una buona parte di questi rifiuti differenziati viene scartato da Revet o dai consorzi di filiera del riciclo, perché non conforme. Tra l’altro, questa condizione, non solo vanifica la qualità del materiale, ma fa scattare il pagamento di sanzioni per i Comuni e quindi, a ricaduta, sulla cittadinanza.


"Di questo fatto ne abbiamo naturalmente data notizia all’amministrazione comunale e programmeremo una nuova campagna informativa, ma sta diventando necessario ipotizzare seriamente l’impiego di una vigilanza presente e attenta a far rispettare sempre più correttamente i conferimenti di rifiuti - afferma Paolo Marconcini, presidente di Geofor - il servizio 'porta a porta' introdotto positivamente dal Comune di Ponsacco è un metodo di raccolta evoluto e non si comprende il perché alcuni cittadini debbano usare le campane del multimateriale come se fossero cassonetti indifferenziati. Spesso i cittadini dicono in modo malizioso che Geofor 'mescola' i rifiuti. Questo è falso, ci teniamo a ribadirlo sempre. Abbiamo interessi e presupposti etici di rispetto ambientale per proseguire nella raccolta differenziata, avviandola bene alle filiere del riciclo - conclude Marconcini - devono semmai stare più attenti i cittadini a non mescolare. Rinnoviamo perciò l’invito a tutti per una maggior attenzione e collaborazione, nell’interesse dell’intera collettività".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponsacco, rifiuti di ogni tipo nelle campane del multimateriale: flop del Comune 'riciclone'

PisaToday è in caricamento