Fosso di via Maggiore di Oratoio pieno di rifiuti: "10mila euro per pulire, serve soluzione definitiva"

Un sopralluogo dell'assessore all'ambiente Bedini ha riscontrato la grande presenza di ingombranti: "Situazione pericolosa"

Parla di "emergenza ambientale" l'amministrazione comunale per il fosso via Maggiore di Oratoio. Nell'ultimo sopralluogo effettuato nell'area infatti, eseguito questa settimana 22 marzo, l'assessore all'Ambiente Filippo Bedini ha trovato una situazione potenzialmente pericolosa: il letto del canale è pieno di rifiuti ingombranti di ogni genere e bidoni, pertanto in caso di abbondanti piogge c'è il rischio che il fosso tracimi, allagando da un lato il campo e dall'altro la strada, causando problemi alla circolazione.

"In alcuni tratti il fosso - spiega Bedini - è talmente ricolmo di materiale e canneti che l'acqua non si vede più. Si è formata una specie di diga, anche a seguito di un crollo della montagna di rifiuti che recentemente era stata accumulata lato campo rom. Siamo costretti a intervenire, congiuntamente con il Consorzio di bonifica per quanto di loro competenza, ma questo intervento deve essere l'ultimo e risolvere il problema in modo radicale. I rifiuti, una volta che vengono gettati in un fosso, diventano rifiuti speciali, per via di acqua sporca e melma. Geofor non può ritirarli come rifiuti solidi urbani, per cui escono dal circuito normale, e il loro smaltimento va pagato circa mille euro a tonnellata (costo al cancello), cui vanno aggiunti i costi del trasporto allo stabilimento. Ho chiesto agli uffici una stima grossolana per l'intervento necessario: dal volume stimato si andrebbe a spendere circa 10mila euro".

"Tenere pulita la città - continua Bedini - è per noi un dovere, ma nostro dovere è anche spendere correttamente i soldi della comunità. Occorre un intervento strategico in quanto a oggi gli interventi tampone si sono rilevati inefficaci oltre che costosi. In previsione dello sgombero definitivo, occorre fin da subito prevedere di confinare il campo rom a 10 metri dal fosso, come del resto prevede la normativa, e quindi iniziare a far sgomberare questa fascia di terreno".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • Pontedera, scontro auto-moto: perde la vita 38enne

Torna su
PisaToday è in caricamento