Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca

Scuola: cinque studentesse trionfano nel progetto 'Ri-generazione Città Giovane'

L'iniziativa è stata realizzata da Soroptimist e ha coinvolto cinque istituti di Pisa e provincia: a trionfare le alunne della 'Gamerra'

 Con 'Pisa. La città del Libro sospeso' cinque studentesse della I° C della scuola 'G. Gamerra' hanno vinto il premio del progetto 'Ri-generazione Città Giovane' promosso da Soroptmist Club di Pisa e Soroptimist International d’Italia, con lo scopo di sensibilizzare i più giovani nel disegnare e descrivere un cambiamento nella propria città, da sottoporre alle amministrazioni locali.

L’elaborato vincitore è stato realizzato Alice Signorini, Serena Monaco, Emily Sangiorgi, Vittoria Lazzerini e Asia Saviozzi, coordinate dalla professoressa Filomena Cangianiello. In questo progetto le alunne ridisegnano la città di Pisa, con idee che affrontano i temi della sostenibilità ambientale e sociale. Il Soroptimist Club di Pisa, visto il Protocollo d’intesa tra il Soroptimist International e il Ministero dell’istruzione, ha invitato a partecipare tutte le istituzioni scolastiche della provincia di Pisa, coinvolgendo gli alunni ad esprimersi su come vorrebbero ri-generare la propria città.

Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato il sindaco di Pisa Michele Conti, la presidente del Soroptimist Club di Pisa Eleonora Agostini, e le referenti del Soroptimist per questo progetto: Sonia Di Giorgio, Cettina Battaglia, Elena Mosca. Nel corso della cerimonia sono stati presentati gli elaborati realizzati dagli alunni degli istituti che hanno aderito: IC S. 'Tongiorgi' di Pisa, IC G. 'Falcone' di Cascina, IC. P. 'Borsellino' di Navacchio, IC L. 'da Vinci' di Castelfranco e IC 'Gamerra' di Pisa. I progetti realizzati sono stati tutti caratterizzati da proposte concrete per rendere le città più vivibili con metodi originali e innovativi.

All’istituto vincitore la presidente Eleonora Agostini ha consegnato un contributo destinato all’acquisto di materiale per la realizzazione di attività laboratoriali connesse al tema della sostenibilità ambientale. A tutti gli alunni e ai docenti, che hanno preso parte al progetto, sono stati consegnati gli attestati di merito per l’impegno profuso e una pianta d’ulivo per ciascun istituto. La cerimonia si è conclusa con la piantumazione della pianta d’ulivo donata all’IC. 'Gamerra'.

Le alunne così descrivono il lavoro realizzato: "'La città del libro sospeso' è un progetto grazie al quale abbiamo rappresentato quello che vorremmo nella nostra città per fare in modo che si adatti alle nostre esigenze di adolescenti ma diventi anche più vivibile per tutti. Abbiamo proposto degli interventi 'migliorativi' e la proposta finale è di lasciare in edicole, parchi, negozi e bar dei libri a disposizione, che possono essere presi in prestito e scambiati, per incentivare tutti a leggere di più e gratis".

Eleonora Agostini, presidente del Soroptimist Club, spiega: "Con il progetto 'Ri-Generazione Città Giovane' il Soroptimist ha voluto stimolare gli studenti ad un approccio di cittadinanza attiva, invitandoli a guardare in modo critico e costruttivo il contesto in cui vivono e a formulare proposte d’intervento sulla realtà che li circonda attraverso il confronto con i loro docenti e con le istituzioni territoriali. L’ampia adesione al progetto da parte delle scuole della provincia testimonia l’attualità della proposta". 

"Sotto la guida dei loro insegnanti - conclude la presidente Agostini - gli studenti sono riusciti a formulare proposte concrete per rendere la loro comunità più ecosostenibile e adeguata ad accogliere anche le necessità dei cittadini più giovani. La cerimonia di premiazione dei progetti, avvenuta in presenza del sindaco di Pisa, ha permesso agli studenti di confrontarsi con le istituzioni e la consegna da parte nostra di un albero di ulivo ha voluto evidenziare l’impegno profuso dagli studenti per le loro comunità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola: cinque studentesse trionfano nel progetto 'Ri-generazione Città Giovane'
PisaToday è in caricamento