rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca

Sanità: a Pisa rinnovata la Commissione mista conciliativa

Presentata in conferenza stampa dalla titolare della Difesa civica in Toscana Lucia Annibali e dal presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo. Le funzioni: favorire soluzioni conciliative, evitando il ricorso ai tribunali, in casi di tempi di attesa ed erogazione delle prestazioni

Uno strumento di conciliazione rapido a servizio di cittadine e cittadini che non hanno trovato soluzione con l’ufficio relazioni con il pubblico (Urp) in casi quali tempi di attesa ed erogazione dei servizi, lesioni alla dignità della persona, diritto all’umanizzazione delle prestazioni sanitarie, presunte criticità organizzative o difformità nei servizi, informazioni sulle modalità di fruizione delle prestazioni e dei percorsi sanitari e socio-sanitari. Questa è la Commissione mista conciliativa (CMC) dell’Azienda Usl Toscana nord ovest rinnovata nei componenti e presentata alla stampa dalla titolare della Difesa civica in Toscana, Lucia Annibali, e dal presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo. Con loro anche il direttore generale dell’Azienda Maria Letizia Casani.

"La CMC è un presidio indispensabile di ascolto e condivisione. Credo - ha dichiarato Annibali incontrando i giornalisti - che l’ascolto di cittadine e cittadini, fin troppo spesso lasciati soli di fronte a problemi non banali, sia un modo efficace anche per indirizzare il lavoro di ognuno di noi. Possiamo creare un laboratorio ed essere di stimolo anche alle altre Commissioni miste conciliative". Quel che serve, a detta di Annibali, è "fare rete, condividere insieme esperienze, casi, risposte per essere sempre più incisivi e veloci". "Dialogare per costruire percorsi migliori e prenderci cura, fino in fondo, dei bisogni di cittadine e cittadini", conclude la Difensora civica. 

"Trasparenti, accessibili, veloci, attenti a garantire uguali opportunità a tutte le cittadine e cittadini della Toscana, a prescindere dal luogo di nascita. E' questa la nostra idea di sanità che attraverso strumenti come la CMC vogliamo continuare a garantire", dichiara il presidente Antonio Mazzeo. "La Commissione premette di offrire servizi migliori e risposte proprio dove servono. Dobbiamo lavorare tutti insieme perché questo organismo sia conosciuto di più e meglio", conclude.

Soddisfazione la esprime la presidente della CMC, indicata da Annibali, l’avvocato Giuliana Romualdi: "Siamo già al lavoro esaminando i primi casi. Il clima che ho riscontrato stamani, con tutti i componenti della Commissione, è di attenzione e collaborazione. C’è una gran voglia di fare e sono certa che i risultati non tarderanno a venire". "Portiamo avanti un lavoro che ha già prodotto buoni risultati. Il nostro impegno resta immutato: la centralità del paziente, l’ascolto e l’aiuto", dichiara Maria Letizia Casani.

A giugno 2023 (con decreto numero 638), il direttore generale dell’Azienda sanitaria ha nominato la nuova CMC composta da 10 membri titolari e altrettanti supplenti. Presidente della Commissione, nominata da Annibali, l’avvocato Giuliana Romualdi (supplente avvocato Daniele Petteruti). Gli altri cinque membri rappresentati di associazioni di volontariato e tutela con relativi supplenti, sono: Marina Lina Cosimi per AIDO LI (supplente Cecilia Caramssi per Città delle Donne Lucca), Sabrita Erta per Lucciola una voce (supplente Vincenza Zagaria per Associazione Vita Indipendente Bassa Val di Cecina), Simona Baldi per TDM (supplente Cristina Parpinelli per TDM), Roberto Boschi per Federconsumatori (supplente Daniela Puccini per TDM), Michela Ciangherotti per Federconsumatori (supplente Daniela Puccini per TDM).

I rappresentanti dell’Azienda Usl Toscana nord ovest e relativi supplenti sono: Giuseppina Terranova per la direzione sanitaria (supplente Silvia Memmini), Sabina Sanguineti per la rete ospedaliera (supplente Luca Nardi), Elisabetta Scaletti per il settore sociale (supplente Pietra Molfettini), Angela Gioia per le cure territoriali (supplente Patrizia Fistesmaire), Paola Chelli per il settore amministrativo (supplente Silvia Cenerini). La Commissione mista conciliativa dura in carica tre anni e i membri titolati non possono espletare più di due mandati consecutivi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità: a Pisa rinnovata la Commissione mista conciliativa

PisaToday è in caricamento