Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Sicurezza: firmato il nuovo 'Patto' con Prefettura, Governo e forze dell'ordine

Il sindaco e presidente della Provincia Filippeschi descrive i contenuti del 'Patto per la sicurezza urbana', rinnovato nell'incontro di lunedì con le varie istituzioni ed autorità locali e governative. Chiesti più uomini per le forze di polizia

Rinnovato il 'Patto per la sicurezza urbana' con la firma di oggi fra la Prefettura, gli enti locali Comune, Provincia e Regione, i vertici delle forze di polizia ed il Sottosegretario all'Interno onorevole Domenico Manzione. Secondo il sindaco e presidente della Provincia Filippeschi "il 'Patto' riconosce che Pisa è una città speciale, che ha esigenze assimilabili a quelle di città assai più grandi. Infatti in Toscana il confronto si può fare solo con Firenze. Questo è un punto di partenza decisivo. Si deve operare di conseguenza".

Si punta ad un "impegno specifico del Governo", al fine di attribuire a Pisa le responsabilità della gestione delle funzioni metropolitane. "Abbiamo conquistato obiettivi importanti – prosegue Filippeschi – penso al grande investimento in videosorveglianza e alla condivisione dei monitoraggi sui reati. O al progetto 'Mille occhi sulla città'. Abbiamo potenziato l’azione della Polizia Municipale sul territorio, con l’istituzione dei distaccamenti".

Con il nuovo documento si individuano aree critiche dove concentrare gli interventi. Fra esse c'è la Stazione. La battaglia è su più fronti per il primo cittadino: "Non accettiamo nessun fenomeno come ineluttabile. Combattiamo i reati che destano maggiore allarme, con risultati importanti, ma anche comportamenti irregolari: dagli accampamenti abusivi, al fenomeno dei 'parcheggiatori', dall’abusivismo commerciale all’eccesso di rumore notturno. Per contenere gli effetti della movida, che segnano le città universitarie e turistiche, serve una legislazione nuova".

Per questo la richiesta al governo, formulata davanti sia il sottosegretario Domenico Manzione che all’assessore regionale Vittorio Bugli, è quella di ottenere "un potenziamento degli organici delle forze di polizia e ogni possibile razionalizzazione, per un più intenso controllo del territorio, per fare prevenzione". Il 'Patto' prevede un'apertura di collaborazione con i Cpt, i comitati di quartiere e le associazioni, "anche con l’uso della rete per segnalazioni e interventi più rapidi. Una città più partecipata è anche una città più sicura".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza: firmato il nuovo 'Patto' con Prefettura, Governo e forze dell'ordine

PisaToday è in caricamento