Cronaca Via Ulisse Dini

Roberta Ragusa, indagini presto concluse: verso il rinvio a giudizio di Logli

E' questa la strada che con molta probabilità la Procura deciderà di intraprendere, soprattutto dopo la decisione del marito della donna scomparsa di non farsi interrogare. Per l'accusa ci sono stati molteplici tentativi di inquinare le prove

A maggio l'inchiesta sulla scomparsa di Roberta Ragusa sarà chiusa. A quel punto il caso potrà essere archiviato oppure potrà essere chiesto il rinvio a giudizio per Antonio Logli, il marito dell'imprenditrice indagato per omicidio volontario e occultamento di cadavere. Ed è proprio questa seconda possibilità, come è riportato dai quotidiani, che sembra essere la più plausibile. La procura infatti, visto anche il fatto che Logli ha rifiutato di farsi interrogare, deciderà con molta probabilità di ricorrere al rinvio a giudizio.

Nonostante il corpo di Roberta Ragusa non sia mai stato trovato, per l'accusa ci sono stati molteplici tentativi "di inquinare le prove" e di "sviare le indagini su piste alternative in realta' inesistenti". Secondo gli inquirenti, nei confronti del marito della donna scomparsa pesa "un convergente quadro indiziario" rafforzato negli ultimi giorni proprio dalla scelta di sottrarsi alle domande degli investigatori. Ormai manca poco alla conclusione delle lunghe indagini. Le certezze restano poche. I dubbi ancora tanti.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roberta Ragusa, indagini presto concluse: verso il rinvio a giudizio di Logli

PisaToday è in caricamento