Cronaca

Riordino province, Pieroni: "Funzioni adeguate ai nuovi enti"

Il presidente di Upi Toscana e della Provincia Andrea Pieroni, dopo l'incontro con Cgil, Cisl e Uil sul tema del riordino delle Province, chiede che i nuovi enti abbiano delle funzioni adeguate

Il presidente Andrea Pieroni, torna sull'argomento 'Riordino delle province' dopo l'incontro con Cgil, Cisl e Uil. "Le nuove province toscane saranno parte rilevante del panorama istituzionale e dovranno avere funzioni adeguate - afferma Pieroni - I settori del lavoro, della formazione, del governo del territorio, dello sviluppo economico e dell’ambiente sono tipici dell'area vasta, più che dei Comuni o della Regione".

"Queste - ha continuato  Pieroni - insieme al ritorno al sistema dell'elezione diretta degli organi, sono le condizioni e le garanzie per la qualità dei servizi ai cittadini e per la tutela dei lavoratori delle Province".  Anche i sindacati hanno manifestato l'auspicio di una maggiore attenzione al tema delle funzioni delle Province da parte della Regione".

"Le Province toscane - si legge in una nota - sostengono le iniziative sindacali di sollecito alla Regione: funzioni e personale sono due aspetti della stessa medaglia. La Regione Toscana deve rendere pubblica la sua posizione sul primo tema, rinnovando la fiducia alle nuove province, impegnandosi con loro e con i sindacati per la valorizzazione effettiva del patrimonio professionale esistente, che può e deve continuare a svolgere il proprio lavoro sul territorio, senza scivolate centralistiche". Infine, Pieroni ha chiesto alla Regione di svolgere bene il suo compito di regolatore e di soggetto della programmazione, senza appesantimenti amministrativi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riordino province, Pieroni: "Funzioni adeguate ai nuovi enti"

PisaToday è in caricamento