Cronaca

Riordino Province e legge di stabilità, ricorso al Tribunale: "Riforma incostituzionale ed attacco al diritto al lavoro"

I Cobas ed il Comitato per la democrazia costituzionale di Pisa faranno un'assemblea pubblica martedì 27 gennaio per contrastare e spiegare l'incostituzionalità della Legge Delrio e i tagli indiscriminati contro i lavoratori delle Province

Continuano le iniziative di protesta dei lavoratori della Provincia. Cobas Pisa ed il Comitato per la democrazia costituzionale promuovono un incontro pubblico il prossimo 27 gennaio per ribadire l'incostituzionalità della riforma Delrio ed il pericolo sociale della Legge di Stabilità 2015. A seguito del presidio dal Prefetto di ieri prosegue la battaglia con l'appuntamento previsto presso la Sala dei Comuni della Provincia in via Battisti, dove interverranno per il Comitato il professore di Diritto Costituzionale Claudio De Fiores e l'avvocato Claudio Altavilla, estensore del ricorso contro la Legge Delrio.

"In barba alla Costituzione – si legge nella convocazione dell'assemblea pubblica – il governo Renzi, con una semplice legge ordinaria, la Legge Delrio dell’aprile di quest’anno, ha aggredito la struttura stessa del nostro Stato repubblicano trasformando le Province da enti costitutivi della struttura stessa dello Stato Repubblicano (previsto dal Titolo V della Cost. e fondato su Comuni, Province, Città metropolitane e Regioni) in enti di secondo grado, eliminando con un colpo di spugna il diritto di voto dei cittadini previsto dalla nostra Costituzione fin dal 1948".

L'incostituzionalità sarebbe quindi palese, con l'aggravio dei conseguenti tagli al personale delle province: "Con la Legge di stabilità si attacca il diritto al lavoro dei dipendenti delle Province sforbiciando il 50% del personale che si troverà improvvisamente definito come esubero, senza una ricollocazione lavorativa certa in altri enti e completamente in balia di una ristrutturazione approssimativa".

Per questi motivi "un nutrito gruppo di cittadini pisani ha deciso di tutelare i propri diritti costituzionali lesi dalle decisioni del governo Renzi sul riordino delle Province facendo ricorso al Tribunale di Pisa ed affidando la propria tutela legale all’avv. Giancarlo Altavilla del Foro di Pisa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riordino Province e legge di stabilità, ricorso al Tribunale: "Riforma incostituzionale ed attacco al diritto al lavoro"

PisaToday è in caricamento