rotate-mobile
Cronaca Via Vittorio Veneto

Piuss: ripartono i lavori per il recupero e la riqualificazione delle antiche Mura

Dopo lo stop che aveva fermato il cantiere, i mezzi della ditta Gaspari sono entrati di nuovo in azione giovedì mattina per proseguire con l'intervento che rientra in uno dei 14 progetti Piuss che stanno cambiando il volto della città

Sono ripresi stamani dalle aree a terra lungo via Vittorio Veneto, dopo lo stop dovuto a problemi di rendicontazione e al patto di stabilità, il recupero e la riqualificazione delle antiche mura medievali, uno dei più importanti dei quattordici progetti Piuss che stanno cambiando il volto del centro cittadino: pagati, infatti, dall’amministrazione comunale gli ultimi stadi d’avanzamento dei lavori, la ditta Gaspari di Ascoli Piceno, che si è aggiudicata la gara per la realizzazione del progetto, è rientrata in azione a pieno regime. Prima il drenaggio dei terreni per porre fine al formarsi di grandi pozze d’acqua vicino alle mura nei periodi di pioggia. Poi la sistemazione dell’area a verde, la predisposizione della nuova illuminazione pubblica e soprattutto la realizzazione del tratto della futura pista ciclabile lungo la cinta muraria che fungerà da collegamento fra Porta a Lucca e San Francesco attraverso la porta all’altezza dell’ex Marzotto. Questo il piano dei lavori.

I camion per tutta la giornata hanno scaricato diversi rimorchi di terra mano a mano spianata e utilizzata per livellare il terreno ora leggermente in pendenza verso le mura, un intervento propedeutico alla realizzazione delle opere di drenaggio vere e proprie. Interventi che saranno realizzati parallelamente alla pista ciclabile che, all’altezza della rotatoria di San Zeno, collegherà quelle provenienti dal parcheggio di via Paparelli e da via del Brennero al percorso che conduce, attraverso le mura, all’ex Marzotto e alle segreterie universitarie, per la cui realizzazione saranno utilizzate anche le pietre ritrovate nel terreno ai piedi delle mura durante i lavori di restauro (è questo, infatti, il motivo per cui non sono state rimosse dall’area di cantiere durante la fase d’interruzione dei lavori).lavori Mura Pisa-2

Mezzi al lavoro, però, anche nell’area lungo via del Brennero per fare la 'bretella' ciclo-pedonale fra la pista parallela alle mura e la cosiddetta 'scorciatoia' che, attraverso la piccola porta riaperta della cinta muraria, consentirà di accedere direttamente al centro sociale di San Zeno e da lì a Piazza Santa Caterina e al centro storico. Gli uomini della Gaspari, però, si occuperanno di realizzare solo il tratto esterno, dato che quello all’interno delle mura, inclusa la riqualificazione dell’area a verde, è compreso nell’altro progetto Piuss, anch’esso in corso di recupero e riqualificazione dello storico centro sociale di San Zeno e dell’area circostante.

Una terza squadra, infine, entrerà in azione oggi pomeriggio nel tratto lungo via Lalli: l’impresa Gennari di Calcinaia, cui la Gaspari ha affidato questo intervento, sarà impegnata pure qui nella realizzazione del tratto della nuova pista ciclabile e della striscia di verde vicina oltre che delle predisposizioni per la nuova illuminazione pubblica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piuss: ripartono i lavori per il recupero e la riqualificazione delle antiche Mura

PisaToday è in caricamento