Cronaca

Castelfranco di Sotto: riqualificata l'area verde di Piazza Franceschini

Arredi in plastica riciclata, illuminazione led ed un accesso per disabili. Un intervento del Comune di 25mila euro che ha coinvolto in prima persona i cittadini

"Prima Piazza Franceschini era nominata solo per i problemi di degrado e disturbo alla quieta pubblica, ora è diventata un esempio di civiltà". Con queste parole il sindaco di Castelfranco Gabriele Toti ha inaugurato. insieme all’assessore all'Ambiente Federico Grossi, i lavori di riqualificazione dell'area verde di Piazza Franceschini. Un intervento che per l'amministrazione comunale ha significato un impegno di spesa di circa 25mila euro e che ha coinvolto in prima persona i cittadini in un percorso partecipativo per individuare le problematiche della zona e trovare le soluzioni migliori.

La cerimonia si è tenuta sabato 14 ottobre, alla presenza del comitato di quartiere che si è spontaneamente formato a sostegno dell'area verde e del decoro urbano. Oggi, mercoledì 18 ottobre, i nuovi giochi in plastica riciclata del parco sono stati mostrati ai bambini della vicina scuola primaria di Castelfranco.

Nell'area verde di circa 4.500 metri quadri si trovano diverse installazioni per i più piccoli: altalene, dondoli, scivoli oltre a una palestra multifunzionale. Per la sicurezza durante le attività è stata inoltre inserita una pavimentazione antitrauma in gomma alveolare, proveniente anch'essa da materiali di riciclo. Sono poi stati implementati e convertiti a led i punti luce di arredo urbano. Infine nuovi cestini, ripristinate le panchine ed accesso facile per i disabili.

Interventi simili su aree verdi comunali sono già state realizzate per il Parco Galilei a Castelfranco (Viale 2 Giugno), Piazza dei Buoncristiani a Orentano e Piazza Pertini a Villa Campanile. Ognuna di queste operazioni fa parte del percorso partecipativo 'Castelfranco Bene Comune', dove ai residenti, autocostituitisi come comitati cittadini che prendendo in adozione le aree verdi, viene riconosciuto uno sconto sulla Tari, nonché un'assicurazione e un gilet di riconoscimento per poter effettuare i lavori di manutenzione.

"Questo percorso che ha coinvolto tanti residenti partiva da uno stato dell'arte che vedeva piccoli atti di vandalismo, degrado delle aree scarsamente frequentate per le loro potenzialità - hanno spiegato il sindaco Toti e l’assessore Grossi - con il legame tra pubblico e privato che si è creato, è invece enormemente cresciuto il controllo sociale da parte dei cittadini che sentono maggiormente proprie le aree verde, aumentato il decoro, la vivibilità e la sicurezza anche attraverso feste e iniziative".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelfranco di Sotto: riqualificata l'area verde di Piazza Franceschini

PisaToday è in caricamento