Riqualificazione di Borgo Largo: "Si proceda il più velocemente possibile"

Il Comitato dei Commercianti di Borgo Largo interviene sulla decisione dell'amministrazione comunale di destinare 60mila euro alla riqualificazione di via Oberdan

Via Oberdan

Dopo i primi interventi dei mesi scorsi è di questi giorni la notizia che l'amministrazione comunale, nel piano delle opere pubbliche, ha previsto 60mila euro per la riqualificazione di Borgo Largo. Un novità che è stata accolta positivamente da Confesercenti Tocana Nord e su cui ora interviene il Comitato dei Commercianti di Borgo Largo. "Se qualcosa sta effettivamente sta migliorando nella zona - affermano Andrea Pochini e Gjika Vaso - è soprattutto grazie al lavoro e all'impegno di tutti i commercianti uniti". 

I rappresentanti del Comitato riconoscono che alcuni interventi concreti, a lungo richiesti, sono stati realizzati: "Senza dubbio la situazione sta migliorando: sopralluoghi e continue sollecitazioni hanno convinto l'amministrazione comunale ad investire soldi per la riqualificazione di Borgo Largo e solo per questo semplice fatto ringraziamo la ringraziamo. Gli interventi sul restyling dell'arredo urbano, dalle nuove fioriere ai cestini, dai pilomat alle rastrelliere sono sotto gli occhi di tutti, così come il servizio di raccolta dei rifiuti e di pulizia della strada è stato migliorato e reso più puntuale. Anche sul fronte della sicurezza, non possiamo che constatare favorevolmente una maggiore presenza di forze dell'ordine e polizia municipale, mentre come comitato dei commercianti abbiamo ingaggiato un buon istituto di vigilanza come la Worsp Security".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Adesso si tratta di procedere il più velocemente possibile agli ulteriori e già preventivati passaggi della riqualificazione - concludono i commercianti di via Oberdan - per restituire questa parte della città alla piena e soddisfacente fruizione di cittadini e turisti, iniziando magari a sostenere e valorizzare le attività storiche che qui sono ancora presenti. Prima che sia troppo tardi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

  • Coronavirus: al via i tamponi in auto, come i 'pit stop'

  • Coronavirus: 196 nuovi casi in Toscana, il dato più basso dall'inizio dell'epidemia

  • Coronavirus, i balneari pisani attendono con fiducia la bella stagione

Torna su
PisaToday è in caricamento