Riqualificazioni, Confesercenti: "Dopo Borgo Largo ora avanti con via Carducci"

L'associazione di categoria, soddisfatta per gli interventi in Borgo Largo, chiede un ulteriore sforzo all'amministrazione comunale

“La nostra perseveranza è stata premiata. Un pubblico ringraziamento all’amministrazione comunale per aver inserito nella recente variante di bilancio risorse per la riqualificazione dell’arredo urbano di Borgo Largo. Adesso ci attendiamo un secondo importante passo per quanto riguarda via Carducci”. E’ Francesco Mezzolla, coordinatore centro storico di Confesercenti Toscana Nord, ad esprimere soddisfazione per l’ultimo intervento di Palazzo Gambacorti per quanto riguarda la riqualificazione dell’asse commerciale di Tramontana.

“Abbiamo incontrato l’amministrazione comunale, in particolare gli assessori Paolo Pesciatini e Raffaele Latrofa, in più di una occasione - dice ancora Mezzolla - anche attraverso assemblee con i commercianti proprio per evidenziare la situazione del tratto via Oberdan e via Carducci. Immediatamente sono stati messi a punto una serie di piccoli interventi come ad esempio la sistemazione del pilomat che regola l’accesso all’area pedonale. Adesso l’investimento per dotare questa parte di asse commerciale di panchine e fioriere. Passi in avanti importanti per un rilancio complessivo che dovrà a nostro avviso anche interessare le strade laterali dove, purtroppo, si registrano cessazioni di attività senza un ricambio. Un occhio di riguardo poi lo chiediamo anche nell’asse commerciale a Mezzogiorno ed in particolare tra corso Italia e via San Martino dove sono presenti i jersey sicuramente poco estetici”.

Per Confesercenti Toscana Nord occorre adesso una ulteriore ed incisiva azione anche su via Carducci. “Purtroppo per questa strada la situazione peggiora giorno dopo giorno - spiega il coordinatore centro storico - dalla sosta selvaggia ai bazar che espongono la merce fuori dalle proprie attività addirittura appendendola ai lampioni o piantando chiodi nelle facciate. Stiamo parlando di una strada turisticamente importante visto che collega l’asse commerciale ai Bagni di Nerone e poi alla Torre (senza dimenticare che ospita anche la Scuola Sant’Anna). I turisti sono costretti a fare lo slalom tra le auto visto che i marciapiedi sono impraticabili o invasi dalla merce dei bazar. A nostro avviso - conclude Francesco Mezzolla – bisogna iniziare un percorso di pedonalizzazione come via Oberdan. E intanto intervenire sull’immediato a cominciare dalla sosta e dai bazar. Siamo certi che Palazzo Gambacorti sarà accogliere queste nostre richieste così come fatto per Borgo Largo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola, nuovo incontro per la ripartenza: si va verso il prolungamento della didattica a distanza

  • Bimbo di 5 anni salvato dalle sofferenze di un tumore, i genitori: "Grazie"

  • Coronavirus in Toscana, 5 nuovi casi: un decesso a Pisa

  • Consegna a domicilio di cocaina: in manette due fratelli pusher

  • Sangue nella movida pisana: ragazzo colpito al volto da una bottigliata

  • Coronavirus, sette nuovi casi: nessun positivo in più a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento