Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Marina di Pisa / Piazza Gorgona

Riqualificazione litorale, Confcommercio non condivide: "Ci sono altre necessità"

L'associazione di categoria definisce "un libro dei sogni" il progetto lanciato dall'amministrazione comunale. "Gli imprenditori e i cittadini si sentono presi in giro - dicono - ci sono interventi più urgenti e necessari"

Parla esplicitamente di libro dei sogni, Federico Pieragnoli, direttore di ConfcommercioPisa, analizzando il progetto di riqualificazione del Lungomare pisano: "Ci troviamo improvvisamente proiettati tra Dubai e Miami Beach, quando in realtà il nostro litorale soffre di una carenza clamorosa, al limite dell'incivile, di interventi e opere di manutenzione pubblica. Il progetto sulla carta è bellissimo, al limite del faraonico, ma mancano una serie di dettagli non proprio irrilevanti. Spesa complessiva, data inizio e fine dei lavori, capitolati di spesa e altre indicazioni di questo tipo. A meno che qualcuno non possieda una bacchetta magica, gli imprenditori si sentono chiaramente presi in giro".

Il presidente di Conflitorale Fabrizio Fontani elenca le oggettive criticità irrisolte da anni del litorale pisano: "Si parla di pontili sul mare, quando fino ad oggi è innegabile l'inadeguatezza della spesa relativa a marciapiedi, fognature, illuminazione pubblica, arredi urbani, parcheggi, smaltimento delle acque, viabilità".

Secondo Pieragnoli "oltre l'aspetto economico, esistono non poche perplessità sulla fattibilità dei pontili in corrispondenza delle principali piazze, e non sappiamo ancora quali studi siano stati effettuati in merito all'impatto delle correnti marine".

Si parla addirittura di parcheggi da realizzare sotto il livello stradale: "Dopo l'esperienza negativa del parcheggio di piazza Vittorio Emanuele, direi di andarci molto cauti con gli annunci - prosegue Pieragnoli - quando in realtà, con la scusa della spending review non vengono eseguiti lavori di primaria necessità. Un'area della sosta del lungomare è attualmente occupata da un'antenna telefonica, un parcheggio è occupato da camper, manca un distributore di carburanti a Marina di Pisa. Non parliamo poi delle spiagge di ghiaia, completamente abbandonate sotto tutti i profili (sistemazione, pulizia, servizi), e della riqualificazione delle Piazze Gorgona e Sardegna, oggi adibite a sagre e giostre, mentre Piazza Viviani non è stata ancora acquisita dal Comune".

La conclusione del ragionamento del direttore di Confcommercio Pisa è conseguente: "Il progetto è un libro dei sogni, privo ad oggi di alcun elemento di concretezza. Nel 2014 commercianti e imprenditori si sono visti aumentare le tasse, a fronte di servizi comunali gravemente insufficienti. I soldi stessi della tassa di soggiorno non si sa bene dove siano finiti".

Conclude Fontani: "Ci piace il progetto, siamo convinti della necessità di riqualificare il lungomare di Marina e il Litorale in generale, ma nell'attesa invitiamo l'amministrazione a realizzare quegli interventi più urgenti e necessari che imprese e cittadini si aspettano ormai da anni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riqualificazione litorale, Confcommercio non condivide: "Ci sono altre necessità"

PisaToday è in caricamento