rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca Vecchiano

Marina di Vecchiano: 54mila euro per riqualificare le passerelle delle spiagge

Previste nuove staccionate laterali per una migliore fruibilità e maggiore tutela dell'ambiente e del fratino

Sono partiti nei giorni scorsi a Marina di Vecchiano i lavori di manutenzione a carico dell'Ente Parco delle passerelle in legno che portano i visitatori ad accedere ad una delle più belle e naturali spiagge del Parco. Si tratta di un investimento da 54mila euro che permetterà di riqualificare i camminamenti e di migliorarli con staccionate laterali che portano le persone direttamente verso il bagnasciuga aumentando la tutela dell'ambiente dunale e la salvaguardia del fratino, il piccolo uccello che d'estate nidifica sulle dune a poca distanza dal mare.

I lavori sono eseguiti dalla ditta Edistrade di Tincolini.di Lari, con una programmazione e una modalità che ridurrà al minimo le interferenze con la fruizione e con specifici accorgimenti ambientali dato il particolare ambito in cui si interviene. "Nel Parco ci sono 30 chilometri di spiagge da conoscere, vivere e rispettare - commenta il presidente dell'Ente Lorenzo Bani - con questo intervento si migliorerà contemporaneamente la qualità della fruizione di Marina di Vecchiano e la tutela dell'ambiente dunale".

"Ringraziamo l’Ente Parco per questi importanti interventi che rendono sempre più appetibile il nostro litorale, già preso d’assalto in queste giornate, complice il bel tempo - afferma il sindaco di Vecchiano Massimiliano Angori - una sinergia valida anche per la pulizia dell’arenile, poiché è utile ricordare che la pulizia della nostra spiaggia è soggetta a determinate prescrizioni. Essendo Marina di Vecchiano collocata in una zona di interesse comunitario, la cosiddetta Selva Pisana, ed avendo al suo interno due riserve naturali, la 'Bocca di Serchio' e la 'Bufalina', devono essere applicate misure che tengano conto di normative che impongono il divieto di realizzazione di interventi intensivi di pulizia delle spiagge unito al divieto di interventi di pulizia con mezzi meccanici nelle fasce antedunali; la diversificazione delle modalità di pulizia tra aree di riserva naturale e aree non comprese nelle riserve; l’incentivazione di metodi a basso impatto ambientale per la pulizia delle spiagge. L'attività quotidiana di sistemazione delle spiagge libere a Marina di Vecchiano a mezzo di setacciatura meccanizzata, è, perciò, impostata in base a queste regole e secondo le indicazioni fornite dall’Ente Parco. In base a tale documento la setacciatura della spiaggia deve essere effettuata in media per un raggio di 50 metri dalla battigia o, comunque, seguendo l’andamento del limite posto dalla duna consolidata. In tali aree si interviene regolarmente nelle giornate di lunedì e venerdì e, da questa stagione appena iniziata, e come ormai consueto, anche la domenica".

Ecco alcune semplici regole per vivere e rispettare la natura: usare i sentieri ufficiali indicati e già battuti, che permettono di raggiungere la riva senza calpestare le zone di nidificazione del fratino; gli asciugamani vanno stesi vicino al bagnasciuga o al massimo entro 30 metri dal mare; i legnetti e gli altri elementi naturali vanno lasciati sul posto perché sono protezioni per il fratino e in generale sono tra i fattori che permettono la formazione dell’ecosistema dunale; tenere pulita la spiaggia ed evitare che gli animali da compagnia si avventurino lontano, tenendoli al guinzaglio perché la loro curiosità non li spinga a disturbare la fauna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marina di Vecchiano: 54mila euro per riqualificare le passerelle delle spiagge

PisaToday è in caricamento