Riqualificazione zona stazione: attività sociali, nuove telecamere e illuminazione

Scatta la prima fase per ridisegnare il volto del quartiere grazie al cofinanziamento regionale. Filippeschi: "Interventi importanti che segnano un cambio di marcia sul fronte sicurezza"

La stazione centrale

Oltre 240mila euro per iniziare a "cambiare il volto della stazione". Il tutto in attesa "della seconda fase", quella più importante, che consentirà di ridisegnare completamente l'area grazie ad un investimento di 43 milioni di euro. Sono stati presentati questa mattina, venerdì 28 aprile, a palazzo Gambacorti i primi interventi per riqualificare il quartiere. Il progetto è stato illustrato dal sindaco di Pisa, Marco Filippeschi, dall'assessore regionale Vittorio Bugli e dal consigliere regionale Antonio Mazzeo.

La "prima fase" prenderà il via grazie a 241mila euro di investimenti, di cui 178mila euro provenienti dalla regione e il resto da risorse comunali. "Realizzeremo un nuovo impianto di videosorveglianza - ha spiegato il sindaco Filippeschi - e sarà rifatta l'illuminazione di viale Bonaini. Infine saranno potenziate le iniziative per la prevenzione sociale per i senza fissa dimora con la presenza di operatori addetti. Si tratta di interventi importanti che segnano un cambio di marcia e un'attenzione totale nei confronti di una zona in cui transitano ogni anno 18 milioni di persone. Interventi che si sommano a quelli già effettuati e a quelli che ancora dovranno essere realizzati e che ridisegnaranno il volto del quartiere".

"Come Regione - ha affermato l'assessore Bugli - abbiamo intrapreso diverse azioni sul piano della sicurezza. Abbiamo investito 1,5 milioni per rifare gli impianti di videosorveglianza in tutta la Toscana, portando avanti anche alcuni progetti sperimentali, ognuno diverso dall'altro, in alcune città che sul tema della sicurezza risultano particolarmente 'sensibili'. Tra queste c'è anche Pisa". Soddisfatto anche il consigliere regionale Mazzeo: "Interventi - ha detto Mazzeo - che vedono le istituzioni unite e mixano aspetti legati alla sicurezza a quelli legati al sociale".

LE MISURE

VIDEOSORVEGLIANZA. Prevista la sostituzione di 7 vecchie telecamere con altrettante nuove macchine di ultima generazione (con una risoluzione 6 volte maggiore rispetto alle precedenti). A queste si sommeranno altre 3 nuove telecamere che verrano installate nella zona. La qualità delle riprese consentirà di identificare in maniera più dettagliata gli autori di crimini e comportamenti incivili, con possibilità per gli operatori delle forze dell'ordine di zoomare su dettagli utili alle eventuali indagini. Le nuove telecamere saranno installate entro la fine del 2017 grazie ad un investimento di 58mila euro, di cui 38 mila regionali. I sette vecchi apparecchi saranno invece utilizzati in altre parti della città.

ILLUMINAZIONE. L'illuminazione di viale Bonaini sarà rifatta con un aumento sostanziale della capacità di illuminazione a suolo e degli edifici. Anche questo intervento dovrà essere realizzato entro la fine del 2017 grazie ad un investimento di 145mila euro, di cui 110mila a carico della Regione.

SOCIALE E CULTURA. Si tratta di un intervento eseguito dalla Sds Pisana che integra le attività già messe in campo, come ad esempio gli spazi di accoglienza per senza tetto aperti durante l'emergenza freddo. Attività che hanno permesso di intercettare le situazioni più a rischio ed attivare gli interventi più opportuni con uscite quotidiane dell'unità di strada. Saranno inoltre realizzati, dall'inizio dell'anno scolastico, laboratori nelle scuole e attività di animazione territoriale. Un investimento di 38mila euro, di cui 30mila a carico della Regione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

'PISA SICURA'. Sul fronte sicurezza la città è inoltre vicina all'approvazione del nuovo 'Patto per Pisa Sicura'. "La prossima settimana - ha concluso Filippeschi - ci sonfronteremo in prefettura sui primi provvedimenti da assumere per una prima attuazione della legge Minniti. D'intesa con il Prefetto ho invitato il Ministro a Pisa per la firma del nuovo patto. Spero possa venire di persona. Sarebbe un momento utile anche per verificare il rispetto degli impegni presi per rafforzare e qualificare la presenza delle forze dell'ordine in città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento